Nuove regole sugli Enti Conduttori

Antonio Ruggiero a.ruggiero a NETFLY.IT
Ven 2 Gen 1998 23:50:50 CET


        Ritengo che il problema dell'incompatibilita' sollevato dal
CE sia fondato. Visto che l'ente conduttore si configura in qualche
modo come un ufficio "di parte". L'ente conduttore viene individuato
da colui che chiede il trasferimento del nome (parte in causa) e tra
questi si instaura un rapporto di cliente/fornitore di servizi.
        Per cui ritengo che un saggio non dovrebbe essere scelto tra
membri dell'ente conduttore stesso.
        Nulla toglie che un membro di un ente conduttore possa essere
elencato tra i saggi referenziati di un altro ente conduttore.
        E' vero che valutare il comportamento di un ente conduttore
e' compito del presidente dalla NA, ma non e' nei poteri di questi
riparare ad una decisione di un ente conduttore, nel caso questa
risulti essere non equa.

        Saluti a tutti
        Antonio Ruggiero


At 00.07 04/12/00, Claudio Allocchio wrote:
>Buon Giorno a tutti,
>..... omissis .....
>Non ho nemmeno visto una esplicita preoccupazione da parte dell'assemblea
>su questo fatto, per cui sono perlomeno sorpreso che il CE habbia trovato
>cosi' importante apportare questa modifica senza che via sia una
>apparente motivazione indotta da fatti che possano far pensare che avere
>tra i saggi dei membri dell'ente conduttore possa portare a conseguenze
>tali da ritenere questo fatto negativo. E' infatti compito del presidente
>valutare sulla condotta di un ente conduttore...
>..... omissis .....
>
>PS ovviamente vi sto chiedendo sina da ora se ritenete corretto che i
>saggi non possano far parte di un ente conduttore



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe