LAR Complessiva

Griffini Giorgio grigio a MEDIAPOINT.IT
Sab 1 Apr 2000 23:24:56 CEST


Per LAR complessiva intendo una LAR in cui un soggetto (il
maintainer) sottoscrive le usuali dichiarazioni ma riferendole a nomi a
dominio che registrera'  - a suo nome - in momenti successivi.
In un tempo successivo per il maintainer in questo modo e'
sufficiente mandare il solo modulo email (la LAR corrispondente e'
gia' nelle mani della RA) e la registrazione (fatte salve le usuali
verifiche tecniche sui DNS) e' praticamente immediata.

Il vantaggio principale e' che di fatto si ottiene la registrazione
immediata con il solo invio del modulo e-mail. Quello che invece puo'
essere - in prima istanza - visto come uno svantaggio e' il fatto che il
nome a dominio e' a tutti gli effetti assegnato al Maintainer.

In questo scenario entra in gioco la sensibilitÓ del Maintainer perche'
e' lui che deve tutelarsi nei confronti del cliente quando questi
richiede una registrazione... Ha due strade: o avvalersi della LAR
complessiva (registrando in poche ore) e in questo caso deve (se lo
ritiene necessario) a sua volta tutelarsi "contrattualmente" con il
cliente...oppure decidere di non rischiare e seguire la solita prassi.
Per tutelare il cliente invece e' INDISPENSABILE che i nomi
registrati attraverso la LAR complessiva siano implicitamente
soggetti ad arbitrato.
In tal modo il cliente od un terzo soggetto ha la garanzia che il
Maintaner non giochi sporco registrando un nome e andando poi a
dal cliente a "chiedere un riscatto"...

Se si aggiunge inoltre una "strada preferenziale" per i trasferimenti da
Maintainer a Cliente (solo o almeno nella direzione Maint->Cliente )
l'intero processo diventa assolutamente rapido ed efficace.

In questo modo si ottiene:

Per la RA:

- Ogni nome registrato ha una LAR di supporto
- In prospettiva meno LAR da trattare

Per il Maintainer:

- Puo' decidere di continuare ad operare come prima anche se invia
la LAR complessiva perche'  - che abbia o meno predisposto lo
strumento contrattuale a sua tutela - puo' sempre adottare la
procedura consueta per i nomi su cui non vuole rischiare.
- Nel caso utilizzi la LAR complessiva puo'  garantire la registrazione
in tempi molto ristretti e trasferire poi la titolarita' al cliente finale con
i dovuti tempi fornendo cosi' un servizio migliore.

Per il Cliente:

- Puo' ottenere la registrazione in tempi brevi e con certezza
dell'esito.
- In caso di "squatting" da parte di terzi (maintainer compreso) ha la
possibilita' di avvalersi dello strumento dell'arbitrato (Qualunque nome
registrato per mezzo della LAR complessiva deve essere
OBBLIGATORIAMENTE sottoposto ad arbitrato)

Come benefico effetto collaterale inoltre, si ottiene inoltre una
maggiore responsabilizzazione del Maintainer che avra' modo di
dosare in tutta liberta' il rischio/beneficio "valutando" implicitamente
le richieste che gli vengono fatte e scremando "naturalmente"
(facendogli fare la strada consueta) le richieste poco appropriate e
favorendo (utilizzando lo strumento della LAR complessiva) le
richieste che gli pervengono da "clienti affidabili"

Oltretutto questo "rivaluterebbe" lo strumento dell'arbitrato - da noi
facoltativo -  che ICANN e WIPO indicano invece come necessario e
obbligatorio per il cybersquatting(*) dando come contropartita una
registrazione rapida ed efficiente.


(*) Il nostro dovrebbe essere reso (come quello di ICANN e WIPO)
invocabile solo per i casi di "cybersquatting" conclamato per evitare il
fenomeno del "reverse domain name hijacking".

Per fare tutto questo servono veramente pochi interventi....

Cordiali Saluti
Griffini Giorgio



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe