R: R: Eliminare la lettera di AR

Bruno Piarulli piarulli a GOT.IT
Lun 3 Apr 2000 11:03:41 CEST


> -----Messaggio originale-----
> Da: Stefania Calcagno [mailto:stefania a euroip.net]
> Oggetto: Re: R: Eliminare la lettera di AR
>
> At 10.37 01/04/00 +0200, you wrote:
> >
> >Art. 1 - Il maintainer, attraverso "opportuna" autenticazione (cript-pw,
> >PGP, scegliete voi ..), invia il modulo alla R.A.. Se il modulo
> passa tutti
> >i controlli previsti (DNS, entry person, ecc.) il dominio viene
> registrato
> >al richiedente.
> >
> >Art. 2 - Il richiedente, entro TOT giorni (5? 10? 15?), **deve** far
> >pervenire alla R.A. la lettera di A.R. debitamente compilata e
> firmata. Se
> >la lettera non arriva, il dominio viene rimosso. Punto.
>
> Ciao.
> Solo 1 piccolo appunto:
>
> Uno a caso, mettiamo tale editore Sardo, decide di registrarsi 100.000
> domini .IT, manda 100.000 moduli e da 100 diversi apparecchietti
> fax inizia
> a mandare LAR.
> Tutti gli altri NON riusciranno a mandare le LAR (o vi siete dimenticati
> come si stava ai primi di Gennaio ?) e si vedono cancellare i domini.
>
> Lo so che è ipotetico, ma è attuabilissimo con la tua proposta.

Ciao,
se i domini vengono registrati come da Art. 1 :-), allora non e' piu'
necessario "correre" ad inviare la lettera di A.R. via fax, e anche con le
poste italiane :-), in 10 giorni una lettera arriva a Pisa. Non ci sarebbe
piu' il rischio di fax intasati semplicemente perche' non sarebbe piu'
necessario inviare "subito" il fax.

Piuttosto rilevo un'altra cosa: che se uno manda 100.000 moduli (ovviamente
tramite un maintainer **autenticato**, a meno che non sia maintainer lui
stesso), secondo l'Art. 1 :-) i domini vengono registrati subito. E, in
accordo al contratto RA/Maintainer, se un dominio e' registrato e' anche
fatturabile :-). Con la situazione odierna, se la stessa persona invia
1.000 lettere di AR con il nome di un maintainer "a caso", i domini restano
bloccati ma nessuno paga niente. Non c'e' alcun deterrente "economico" :-)



> Se la LAR te la tieni tu invece, questo non puo' succedere.

Vero, pero' devo assumermi io la "responsabilita'" :-) della correttezza
della lettera di AR. Devo avere una o piu' linee fax destinate alla
ricezione delle lettere, devo avere una o piu' persone che "leggano" le
lettere di AR e verifichino che siano "debitamente compilate e firmate".



> Cambia fondamentalmente che di LAR non se ne devono più mandare alla RA se
> non richieste esplicitamente per controlli, che finalmente potranno essere
> effettuati dal personale RA, che al momento si trova impegnato in uno
> stupido lavoro di verifica di testi e conformità delle LAR, anzichè fare
> check sulla raggiungibilità dei postmasters, check anti-spam ed
> anti-squatting etc etc...

Cosa succederebbe se, al momento di un controllo, la R.A ritenesse **non**
debitamente compilata una lettera di A.R. che invece noi abbiamo ritenuto
tale? Dovremmo chiedere al cliente di re-inviare la lettera? Ci sarebbe
forse il rischio di vedere cancellato il dominio?

E ancora: visto la situazione attuale :-), non credi che ci sarebbe un
"forte" rischio di diverse interpretazioni sul "debitamente compilata e
firmata" da parte dei Maintainer? Si potrebbe creare una situazione di
Maintainer piu' tolleranti e di altri piu' rigorosi?

Scusami, ma insisto sulla mia proposta, cambia molto meno le carte in
tavola, non richiede modifiche al contratto ma solo alle procedure tecniche,
non richiede investimenti aggiuntivi ne' da parte della R.A. (che avrebbe
anzi un procedimento in meno) ne' da parte dei maintainer, ed e' funzionale
sia per i Maintainer che raccolgono gli ordini online (come noi) che per i
maintainer che raccolgono gli ordini "con il cliente davanti".


Buona giornata!
Bruno Piarulli


-------------------------------------------------------------
 GOT.IT srl     http://we.got.it       tel: +39 035.452.0250
                mailto:we a got.it       fax: +39 035.452.0249
-------------------------------------------------------------



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe