Arbitrato: provo a non arrabbiarmi...

Griffini Giorgio grigio a MEDIAPOINT.IT
Sab 8 Apr 2000 22:09:31 CEST


Mi sembra eccessivo affermare che parlare di mancanza dei criteri di
invocabilita' e' una scusa dell'ultima ora....

Ad ogni modo evito di sciupare banda e riporto solo le Url:

Riguardo ad ICANN:
http://www.icann.org/udrp/udrp-policy-24oct99.htm
al punto 4 subsections a) e b)

Riguardo a WIPO:

Le stesse (esattamente le stesse.... (link al sito ICANN) ) comunque
sul famoso Final Report potete trovare le raccomandazioni a partire
dal paragrafo 152 ed in particolare il 171 cita i criteri.

Nel "nostro" arbitrato non c'e nulla di tutto questo e chi ha accettato
di sottoporsi all'arbitrato e' costretto a seguire tutto l'iter anche se chi
ha avviato la contestazione lo sta facendo solo per rompergli le
scatole....

-- "Inciso volutamente polemico"--
Capisco uno si possa risentire se gli si tocca la "creatura" ma da qui
a dire che si accampano scuse...
-- End of "Inciso volutamente polemico" --

In merito al fatto che che non ci sono state proposte sull'arbitrato
beh... sicuramente nella sede in cui si e' deciso "obbligatorio" o
"facoltativo" non si potevano fare proposte, bisognava "vetare" o
meno singoli pezzettini.... (a distanza di tempo mi suona ancora
molto ridicolo).
Le regole le prepara il CE e include (di quelle che non ha voluto
mettere direttamente lui ) solo le proposte che in lista hanno avuto
ampio consenso, ovvero almeno una 60ina di consensi (nessuna
possibilita' reale quindi di vederne inclusa alcuna)
Non voglio piu' tornare su questo penoso discorso che e' lampante
come uno spaventapasseri nel deserto.

Ad ogni modo non sto dicendo che l'arbitrato corrente sia da buttare..
... sto solo dicendo che MANCA di criteri sufficientemente ristretti di
invocabilita' per poter essere accettato come obbligatorio.
Se invece si vuole insistere che e' perfetto e sarebbe meglio farlo
diventare obbligatorio cosi' come formulato... beh.. non vi trattengo...
vorra' dire che metteremo in conto di perdere un po' di tempo ogni
volta che si ripresentera' il dilemma "obbligatorio" o "facoltativo".
Tanto siamo qui a giochicchiare giusto ?

Cordiali Saluti.
Griffini Giorgio



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe