Comunicato del Comitato esecutivo - 27

Enzo Fogliani fog a FOG.IT
Ven 4 Ago 2000 13:49:09 CEST


Comunicato del Comitato Esecutivo della Naming Authority Nr. 27

Buongiorno!

        Si comunica ai membri della Naming Authority che il Comitato
esecutivo, riunitosi a Roma il 4 agosto 2000, ha deliberato quanto
segue:

1) L'art. 10 delle regole di naming e' riformulato come segue:

"Art. 10 Trasferimento e modifica di un nome a dominio assegnato

Un nome a dominio puo' essere trasferito per accordo delle parti, per
successione a titolo particolare od universale, o ad esito di una
procedura di riassegnazione condotta ai sensi dell'art. 16. E' comunque
vietato l'accaparramento ed il cybersquatting dei nomi a dominio.

Un nome a dominio sospeso oppure contestato ai sensi dell'art. 14 non
puo' essere trasferito se non a chi lo ha sottoposto a contestazione.
Una volta cessato lo stato di contestazione il nome a dominio può
nuovamente essere trasferito dall'assegnatario a chiunque.

Salvi i casi di successione a titolo universale o particolare, una
richiesta di modifica di un nome a dominio assegnato, compreso il
cambiamento di posizione all'interno dell'albero dei nomi a dominio
italiano, è considerata a tutti gli effetti come una cancellazione del
nome a dominio precedentemente assegnato unita ad una nuova richiesta di
un nome a dominio."

2) L'attuale articolo 6 delle procedure di registrazione viene
rinumerato come articolo 7;

3) nelle procedure tecniche di registrazione vengono inseriti i seguenti
articoli:

"6. Cambio dell'assegnatario del nome a dominio.

6.1. Trasferimento su accordo delle parti

Nelle ipotesi di trasferimento di nome a dominio per accordo fra le
parti, il cessionario è tenuto a far pervenire contestualmente alla RA
una dichiarazione scritta congiunta da parte del cedente e del
cessionario relativa al trasferimento del nome a dominio ed una nuova
lettera di AR.

Quando la RA riceve dal maintainer del cessionario il modulo tecnico la
RA procede all'assegnazione del dominio come previsto dall'art. 9 delle
regole di naming.

In caso di irregolarità nella lettera di AR o nel modulo la RA avverte
il provider/maintainer del cessionario e sospende l'assegnazione sino
all'avvenuta regolarizzazione.

6.2 Trasferimento del nome a dominio a seguito di procedura di
riassegnazione.

Il nuovo assegnatario di un nome a dominio a seguito dell'espletamento
della procedura di riassegnazione e' tenuto a far pervenire alla RA una
lettera di AR per il nome a dominio assegnatogli ed il relativo modulo
tecnico da parte del proprio maintainer. La RA, dopo aver ricevuto la
lettera di AR ed il modulo tecnico, procede all'assegnazione del dominio
secondo quanto previsto dall'articolo 9 delle regole di naming.

6.3 Successioni "mortis causa" a titolo universale o particolare.

Nel caso di successione "mortis causa" a titolo universale, l'avente
causa e' tenuto a far pervenire alla RA i propri dati identificativi,
certificato di morte del precedente assegnatario e dichiarazione che
l'avente causa e' suo erede universale.

Nel caso di successione "mortis causa" a titolo particolare, l'avente
causa e' tenuto a far pervenire alla RA i propri dati identificativi,
certificato di morte del precedente assegnatario e copia della
disposizione testamentaria mediante il quale e' succeduto al defunto
nella titolarita' del nome a dominio.

Il successore "mortis causa" e' inoltre tenuto a far pervenire alla RA
da parte del proprio maintainer nuovo modulo di registrazione contenente
i propri dati. Ricevuta la documentazione di cui sopra, la RA procede
alla modifica dell'intestazione del nome a dominio secondo quanto
previsto dall'articolo 9  delle regole di naming.

6.4  Trasferimento d'azienda o di ramo d'azienda

Nel caso di trasferimento d'azienda o di ramo d'azienda, la Ra procede
alla modifica dell'intestatario del nome dominio allorche' riceve
dichiarazione congiunta del cedente e del cessionario dell'avvenuto
trasferimento, con l'indicazione dei dati identificativi del cessionario
e, se trattasi di societa' o imprenditori di cui all'art. 2195 c.c.,
degli estremi dell'atto e della sua registrazione.

Il cessionario e' inoltre tenuto a far pervenire alla RA da parte del
proprio maintainer nuovo modulo di registrazione contenente i propri
dati. Ricevuta la documentazione di cui sopra, la RA procede alla
modifica dell'intestazione del nome a dominio secondo quanto previsto
dall'articolo 9  delle regole di naming."

----------------

Le decisioni di cui sopra sono pubblicate per i fini di cui
all'art. 17, I e II comma dello statuto.

=====================

                Buon lavoro a tutti!

                        Enzo Fogliani
F.F. di Direttore del comitato esecutivo della Naming Authority
italiana.



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe