...FAX...

Griffini Giorgio grigio a MEDIAPOINT.IT
Sab 12 Feb 2000 01:30:10 CET


>
> Qui dissento. Il fax e' una riproduzione fotomeccanica se parte da un
> originale, e' un originale esso stesso se e' il primo mezzo con il
> quale il documento viene posto su carta.
>

Temo che pero' nel secondo caso l'operazione di "messa su carta"
(firma compresa), non essendo effettuata dall'autore questo non
possa essere considerato "originale"...forse questo e' il motivo per
cui anche una email non ha valore legale...(altrimenti basterebbe che
la stampassi quando la ricevo)
Nel "biancosegno" (non sapevo nemmeno che si chiamasse cosi') la
firma la ha fatta personalemente l'autore... nel caso in questione la
firma la apporrebbe una altro....

> [omissis...]
> bianco - oppure file bitmap con la firma - e' un problema di chi li
> lascia in giro, ma non inficia la validita' della firma stessa).
>
Non ho a portata di mano il testo della legge sulle firma elettronica
ma temo che un "bitmap" possa essere considerato come modalita'
"elettronica" di firma... e un bitmap non ha proprio le caratteristiche
richieste dalla legge stessa...(certificazioni etc.)
Inoltre il fine principe della legge e' fare in modo che chi riceve un
documento in forma elettronica non possa rifiutarlo per paventata non
validita' legale e se il documento ha invece le carattestiche di firma
previste dalla legge allora la validita' non puo' essere confutata.
Ne desumo quindi per le altre forme "elettroniche" non vi sia questa
"certezza" di validita' con la conseguenza che il FAX viene
considerato efficace quando e' una "riproduzione fotomeccanica" in
analogia probabilmente alla "fotocopia" ma non negli altri casi.
Tra l'altro nel nostro caso, a voler essere pignoli, le regole recitano
che nel caso di invio via FAX , l'inviante deve poter esibire "l'originale"
a richiesta...e secondo la definizione che hai dato nel caso del fax
"al volo" l'inviante puo' solo quindi esibirne una copia (oltre al fatto
che "l'originale" (nella accezione che hai esposto) non lo ha prodotto
l'autore e non so se quindi puo' essere considerato tale...)

Non so se ci sia una storia di sentenze al proposito che possano
dare comunque sufficienti garanzie di validita' in questi casi ..e in
caso contrario non mi saprei spiegare tutte le menate che fanno le
societa' di gestione di carte di credito che insistono per avere un
pezzettino di carta - piccolo a piacere - ma con sopra una firma
"classica"... (oppure tutto l'ambaradan crittografato... SET... e
quant'altro... ma certo non un bitmap)

Cordiali Saluti
Griffini Giorgio


e-Mail: grigio a mediapoint.it
e-Mail: griffini.giorgio a enel.it



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe