Non serve integrazione al contratto

Griffini Giorgio grigio a MEDIAPOINT.IT
Sab 12 Feb 2000 17:30:18 CET


In merito alla discussione prevalente vorrei fare alcune considerazioni:

Il modello proposto e' gia' possibile perseguirlo senza esserci
necessita' di "integrazioni" al contratto..

Mi spiego:

Credo che alla RA non interessi proprio chi si prende la
responsabilita' della assegnazione del nome a dominio...che sia
l'assegnatario finale o il maintainer poco importa, basta che la RA
venga tenuta indenne.

Il vero inghippo attualmente e' che la responsabilita' e' assunta solo
tramite FAX puntuale sul nome a dominio.
Gia' adesso sarebbe sufficiente che un maintainer mandasse - una
tantum - una LAR generica a suo nome in cui si prende la
responsabilita' in merito a qualsivoglia nome a dominio che il
maintainer intenda farsi assegnare a suo nome.

In questa ipotesi il maintainer manda solo il modulo (la LAR e' gia in
mano alla RA) ... richiedendo il nome a dominio a suo nome.... e poi
ha due possibilita' :
- mantiene la titolarita' sul nome ma lo concede comunque in uso al
suo cliente a suo esclusivo rischio..(eventualmente coperto dal
contratto con il cliente)
- provvede al trasferimento della titolarita'  facendo in modo di
sollevarsi dalla responsabilita' per quel preciso nome invitando il
cliente a predisporre la LAR e inviarla alla RA.

In questo modo per la RA c'e' sempre qualcuno che sopporta le
responsabilita' del nome e non v'e' necessita' di integrazione al
contratto...

Se qualche intervento si vuole fare probabilmente sarebbe quello di
predisporre una via rapida - nelle regole - per il trasferimento della
titolarita'  dal maintainer al cliente ma non e' del tutto necessario.

E' evidente che una LAR "generica" comporta qualche percentuale di
rischio aggiuntivo per il maintainer sia come necessita' di security del
processo che rispetto alle assunzioni di responsabilita' sull'uso dei
nomi... pero' c'e' gia' tutto.... e rimane comunque una scelta del
maintainer...perche' la cosa si attiva solo se il maintainer decide di
inviare una LAR "generica" oppure no... (che tra l'altro , se si vuole, si
puo' anche rendere revocabile dal maintainer in qualunque
momento...fatti salvi i nomi gia' assegnati)

Rimango comunque dubbioso sulla necessita' reale della figura del
"maintainer" ...ma questo e' un altro paio di maniche e sopratutto
ha precise implicazioni di "business"....

Cordiali Saluti
Griffini Giorgio


e-Mail: grigio a mediapoint.it
e-Mail: griffini.giorgio a enel.it



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe