Reply a S.Cecconi: Senza variazioni al contratto si fa prima...

Maurizio Codogno mau a BEATLES.CSELT.IT
Mar 15 Feb 2000 12:15:32 CET


Griffini Giorgio:

> - Il cliente prepara la LAR e attiva il trasferimento di titolarita' dal
> maintainer al cliente (la responsabilita' viene attribuita al cliente nel
> momento in cui la RA riceve la LAR del cliente)
>
> Se il maintainer si assume il rischio di far utilizzare comunque a
> tempo indeterminato al cliente il nome a dominio a lui attribuito
> l'ultimo step non e' nemmeno obbligatorio...

Infatti. Ma questo vuol dire in ogni caso cambiare il contratto
in modo che l'eventuale responsabilita` del maintainer sia
ben chiara


> Va detto comunque che, per evitare che qualche maintainer giochi
> "sporco" e per tutelare i registranti, la LAR "generica" del maintainer
> (ovvero quella valida per qualunque dominio registrato a nome del
> maintainer), per essere accettata dalla RA, deve necessariamente
> contenere la accettazione della sottomissione ad arbitrato.

E se un maintainer non volesse accettare per i propri clienti
questa sottomissione? Tu rispondi

> Tra l'altro, rimane ampia facolta' al maintainer di decidere se usare
> questo metodo o meno (se non invia la LAR "generica" rimane con il
> metodo vecchio).

ma questo significa che il fax deve essere immediatamente controllato
per mettere perlomeno il dominio richiesto in uno stato "forse" ed
evitare che i ritardi di lettura del fax facciano passare avanti
chi ha spedito elettronicamente. E inoltre il primo modulo elettronico
deve essere messo in tal caso in stato "forse" anche lui, fino a che
non si vede se il cartaceo aveva diritto o no...
Insomma, a mio parere non si riesce a farlo *cosi`* facilmente.
Il che non vuol dire che non lo si debba fare...

ciao, .mau.



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe