Le regole possono essere cambiate

Stefano Tosolini tosolini a ALTEA.IT
Sab 19 Feb 2000 04:53:17 CET


>Alessandro Nosenzo ha scritto:
>
>Preciso per futura memoria che il mio motivo di sdegno non e' affatto
>motivato da un mancato business soffiato dall'intraprendente imprenditore
>sardo ma solo da profonda tristezza per essere stato uno dei fautori della
>liberarlizzazione convinto che in Italia ci fossero persone, imprenditori e
>maintainer seri e responsabili e non spergiudicati speculatori selvaggi e
>privi di etica o morale.

Ciao,

quello che sta avvenendo in questi giorni (Grauso, squatting etc.) e'
storia annunciata (e' stato detto in assemblea!), ed e' storia gia' vissuta
(vedi domini.com/net/de); inoltre, l'incapacita' della RA nell'affrontare
la situazione e' evidente, ma anche di questo se ne era parlato (e
sottovalutato).
Il 3 di novembre ho scritto in lista:[cito]
---
'Sbaglio, oppure questa "liberta'" sara' solo una liberta' di pochi (..e
grandi..) e limitera' il diritto al nome di molti? (..piu' piccoli..)'
---
...ero un profeta? No.

A questo punto della situazione, prendersela con chi ha sfruttato la
"liberalizzazione" č sbagliato, sia che l'abbia sfruttata poco o tanto:
l'assemblea ha dato il permesso (leggi "non vincolato") di fare questo tipo
di operazioni.
Sentire qualcuno dire [cito Nosenzo] "profonda tristezza per essere stato
uno dei fautori della liberalizzazione" č sicuramente un passo avanti per
non commettere pių gli stessi errori. Ma non basta.
Le regole vanno cambiate, perche' confidare nella serieta' di imprenditori
e maintainer e' nobile ma stupido, e' un atteggiamento da romantico
idealista che poco si adatta al mercato: possiamo tendere a degli ideali
nobili, ma sicuramente non possiamo ingenuamente ignorare come gira il mondo.

[Mi ricito perche' oggi sono particolarmente presuntuoso]
---
[3/11/99] Gli "ideali" ed i "grandi valori" che dovrebbero guidare la
"liberalizzazione" dei nomi a dominio (mi riferisco alla possibilita' di
registrare piu' nomi con una sola PI) si sono rivelati come un paravento
per coprire interessi economici che nulla hanno a che fare con una "sana
liberalizzazione".
Togliere i vincoli ad un solo dominio senza attuare delle misure che
possano "obbligare l'uso del buon senso" e' per me sbagliato.
Ad ogni modo, se l'intento sano e' quello di dare liberta', ben venga,
purche' sia LA LIBERTA' DI TUTTI AD ESSERE TUTELATA.
---

Cosa fare? Aspettiamo che il presidente Ciampi faccia (legge anti
squatting) come Clinton? Tra quanti anni?
Dico la barzelletta: aspettiamo il governo?
Diventeremo come la germania (.DE) o le isole tonga (.TO) dove tutto e'
consentito?... non mi sembra un grande passo avanti!! E lo sapevamo.

Ok, smetto di puntare il dito contro.
Quanti sono i maintainer disposti a rinegoziare le regole avendo come
obiettivo delle restrizioni? Quanti sono i membri della NA disposti a dire
"abbiamo agito con leggerezza"?
Purtroppo, penso siano gran pochi, e parafrasando un proverbio un po'
volgare direi che "tira pių un nome di dominio di un carro di buoi".

Personalmente sono gia' stanco di leggere solo messaggi in lista riguardo
le problematiche esposte sopra: vedo solo risentimento verso chi ha saputo
sfruttare meglio la "liberta'" e nessuna voglia di cambiamento.

Cambiamo le regole? Oppure siete ancora ingenuamente convinti che la vostra
possibilita' di registrare piu' domini (facciamo 100) vi dara' maggiori
vantaggi della possibilita' dei "grandi" di registrarne milioni? Come
imprenditore, vi invito a pensarci seriamente. Anche questa e' storia gia'
scritta, non fatemi fare ancora una volta il profeta.

[l'ultimo cinico pensiero]
E se nei prossimi mesi le "manovre dei grandi" andassero a calpestare gli
interessi economici dei "piccoli", ci sara' un rigulgito di buon senso
all'interno della NA magari mascherato ancora una volta da nobili ideali?

Saluti.

-----------------------------------------------------
Stefano Tosolini
Altea Software S.r.l. - Web producer
Viale Druso 235 - Bolzano
Tel. 0471.203334 Fax. 0471.203825
Server: http://www.altea.it
E-Mail: tosolini a altea.it
-----------------------------------------------------



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe