R: Assemblea NA

Bruno Piarulli piarulli a GOT.IT
Lun 21 Feb 2000 09:28:27 CET


> -----Messaggio originale-----
> Da: Luca Sambucci
> Inviato: luned́ 21 febbraio 2000 0.00
> Oggetto: Re: Assemblea NA
>
> At 23.27 20/02/00 +0100, Griffini Giorgio wrote:
>  >- Limite max di 50 nomi a dominio per qualunque entita' a partire dal
>  >15 aprile 2000.
>
> NOOOO... ragazzi ma cosa state dicendo? Non vi rendete conto che
> il limite di
> domini e' una norma aggirabilissima per i soliti furbi?

Sono d'accordo. Gia' prima del 15 Dicembre era stato "risolto" il limite di
1 dominio per persona, e infatti basta cercare nell'archivio di ITA-PE per
trovare segnalazioni del maintainer tizio o del maintainer caio che aveva
registrato tutte le professioni o nomi similari. Portare il limite a "n"
domini farebbe solo riapparire magicamente i "prestanome" (please, notare le
virgolette) che erano spariti dal 15 dicembre ad oggi.




> Ci vorrebbero misure indirette ma piu' efficaci, come il
> pagamento immediato.
> Allora si' che vedremmo il numero di squatters diminuire sensibilmente.

[quasi] d'accordo! :-)
Nel senso che forse non basterebbe, probabilmente ridurrebbe gli squatters
ma non gli "accaparratori" ma di sicuro aiuterebbe e, se fornisse anche una
registrazione "immediata", renderebbe piu' semplice la vita a chi registra i
domini "per mestiere".

Che ne dite di una cosa del genere:
a) il MNT prende l'ordine dal cliente (con i metodi che preferisce,
tradizionali o online) e ovviamente tutti i suoi dati.

b) il MNT invia il modulo, che viene controllato con procedura automatica
(dati del richiedente, entry person del RIPE, configurazione DNS, ecc). Se
e' sbagliato, viene respinto senza appello, e il MNT deve reinviarne un
altro finche' non e' corretto. Se e' corretto, il dominio viene assegnato al
richiedente e posto in uno stato di holding (qualcosa del tipo "dominio in
registrazione") come ad esempio gia' succede per i domini sospesi, assegnati
ma inusabili perche' senza deleghe nei DNS (vedi Procedure Tecniche in
vigore).

c) essere assegnato significa che viene inserito nel database WHOIS e non
puo' essere registrato da altri.

d) entro XX giorni (quanti?) la lettera di AR deve pervenire alla RA (dal
richiedente o via MNT) la quale, superate le verifiche di congruita' con il
modulo gia' ricevuto, rimuove lo stato "in registrazione", inserisce le
deleghe nei dns, e rende attivo il dominio.

e) se la lettera di A.R. non arriva o non viene fornita corretta in YYY
giorni, la richiesta viene respinta ed il dominio viene reso nuovamente
disponibile per la registrazione.

Per evitare che qualche MNT poco corretto mandi quintali di moduli ottenendo
un effetto DOS o bloccando la registrazione di quel dominio per "n" giorni,
il MNT deve autenticarsi e deve accettare che il dominio gli venga
addebitato senza possibilita' di revoca non appena lui invia un modulo
corretto, cioe' non appena il dominio viene assegnato. Anche se la lettera
AR non arrivasse mai. Sta (starebbe :-) a lui assumersi il "rischio" del
cliente che cambia idea all'ultimo momento in cambio della registrazione
pressoche' immediata per tutti i domini dei suoi clienti che, invece,
vogliono davvero registrare un dominio e vogliono poter essere certi almeno
dell'assegnazione.


Buona giornata!
Bruno Piarulli

-------------------------------------------------------------
 GOT.IT srl     http://we.got.it       tel: +39 035.452.0250
                mailto:we a got.it       fax: +39 035.452.0249
-------------------------------------------------------------



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe