Ma allora la NA a che serve?

Paolo Zangheri paolo.zangheri a ALTAIR.IT
Mar 22 Feb 2000 16:46:20 CET


Griffini Giorgio wrote:

> Se provate a ripensare il rapporto nei termini corretti si vede quanto si
> sia stati ciechi, arroganti e anche un po' altezzosi nei confronti di un
> gruppo di persone (si' sono anche loro delle persone) che hanno ben
> operato in passato, stanno facendo il "possibile" nel presente e lo
> faranno - se non li scoglioneremo del tutto - in futuro...
> Punto.

Ottime soprattuto le motivazioni, tutti quei punti mi hanno aperto la
mente ed ora vedo le cose con chiarezza.

Oh, dimenticavo, stiamo parlando della stessa RA che ha sottoscritto un
contratto con i MNT (i suoi clienti, la loro fonte di introiti) in cui
si impegna ad osservare le regole predisposte dalla NA, in cui si
impegna a registrare un dominio in 4 giorni (3 per dare riscontro
dell'accettazione della documentazione ed uno per procedere alla
registrazione) ?

Stiamo parlando dell'unica RA di un paese europeo che ancora trova
legittimità da un obsoleta concessione dell'allora IANA fatta ad un
organismo accademico ? Di un caso più unico che raro in Europa (basti
guardare ai modelli francese, tedesco e inglese.

Stiamo parlando di un organismo che non ha saputo accogliere l'allarme
lanciato dagli addetti ai lavori e che a distanza di piu' di due mesi da
un cambiamento di regole auspicato e voluto da molti ancora non è in
grado di gestire un fenomeno prevedibile ?

Stiamo parlando di un ente di diritto pubblico che emette regolari
fatture ai MNT, e quindi, mi si pedoni, tenuto a tenere eventuali
scoglionature al suo interno ?

Infine di un ente che opera in assoluto regime di monopolio, contro lo
spirito e la lettere di numerose leggi italiane ed europee ? Perchè non
è tollerabile in questo continente, in questo millennio, un
atteggiamento ricattatorio del tipo "o si fa come dico io oppure
andatevene a registrare i domini in un altro posto"....

Di un ente che ricorre alla NA quando si gli fa comodo, per poi decidere
unilateralmente di sospendere un servizio di pubblica utilità, e in fin
dei conti un diritto di ogni cittadino ?

No, perchè se stiamo parlando della stessa cosa lo sfogo di Griffini
serve solo per abbassare i livelli di serotonina e acetilcolina a
livello corticale di colui che lo ha emesso, e non porta nulla di buono
alla discussione.

Ricordiamoci che accettare 30.000 registrazioni da parte di un unico
soggetto, sebbene consentito, avrebbe dovuto far scattare un allarme
prima che un giornalista si accorgesse della questione.

Per cui, bando alle polemiche, dato che ancora è in vigore un contratto
che prevede che la RA osservi le regole disposte dalla NA, vediamo di
migliorare teli regole con la versione 4.0, e che siano poi i vari
Maintainers, se lo ritengono, di battersi afficnhe i loro diritti
contrattuali siano rispettati da una ente quale l'attuale RA.

Paolo Zangheri



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe