Ulteriori incertezze...

P - Giorgio Griffini (Mediapoint) grigio a MEDIAPOINT.IT
Gio 13 Gen 2000 14:04:48 CET


At 09.45 13/01/00 +0100, you wrote:
>Griffini Giorgio ha scritto:
>>
>> > Enzo, ho detto bene o Nosenzo mi ha fatto il malocchio sul
>> > serio?
>>
>> Scusa se sorrido... non credo che sia stato Nosenzo...
>> temo invece che il CE non abbia preso in esame in considerazione
>> il tuo caso come 'possibile' errata interpretazione.
>>      (...omissis...)
>> Purtroppo, nel tuo caso, non e' stato rispettato lo schema
>> predisposto dalla RA che prevede, tuo malgrado, che venga
>> "ulteriormente specificato" il ruolo del firmatario.
>
>       Il caso e' stato invece ampiamente dibattuto dal CE e la decisione di
>cui al comunicato n. 18  del tutto chiara. I motivi per i quali la RA
>puo' cestinare immediatamente la lettera di AR sono solo la *mancanza*
>di alcuno dei dati previsti dall'art. 2.1 delle procedure. La mancata
>ripetizione del ruolo del firmatario e' quindi un mero errore formale
>che non inficia la validita' della lettera, sempre che detto ruolo e
>gli altri dati richiesti siano stati in concreto indicati nel testo.
>
>       Con questo, ovviamente, il Ce non ha inteso dire che ognuno puo'
>confezionarsi la lettera di AR come preferisce, ma semplicemente che
>minimi errori formali o una virgola sbagliata siano considerati per
>quello che sono, ossia errori veniali che non comportano una sanzione
>tanto grave come la reiezione della lettera.

Vedo che il CE sta aprendo la strada a tutta una serie possibile
di contestazioni.

Chi stabilisce quanto 'veniale' sia un errore ?

E sopratutto... su quale base si possono giustificare decisioni di questo
tipo ad un eventuale altro registrante che contesta (a torto o a ragione) un
diverso metro di giudizio applicato nei sui confronti?

Quale e' il soggetto che decide in maniera irrevocabile se una LAR ben
precisa anche se vi sono errori 'veniali' debba essere accettata o meno?
La RA, la NA o qualche altro soggetto ?

Si dovra' formare una base interpretativa sulla scorta di 'precedenti'?

>       E' altrettanto ovvio che, nonostante quanto sopra, e' interesse di
>tutti che le lettere di AR siano redatte *esattamente* secondo il
>modello predisposto dalla RA, in quanto lettere contenenti difformita'
>dal modello, anche se veniali, rallentano considerevolmente il
>processo di registrazione e vanno quindi a scapito di tutti.
>

No. Al singolo registrante non puo' fregare di meno se il redigere una
lettera difforme e' piu' oneroso per altri potenziali registranti se la
difformita' della lettera che produce gli porta qualche vantaggio.
E' invece interesse di tutti che "TUTTI redigano le lettere esattamente"
e questo si puo' ottenere solo scartando puntigliosamente quelle difformi.
Con questo metodo e' la "difformita'" ad essere penalizzata.
Uno potrebbe per assurdo, altrimenti, in assenza di un qualcosa o qualcuno
che decida quanto possono essere "difformi (sebbene con tutti i dati)" farsi
una tabellina con un nome a dominio per riga, i dati richiesti e la firma
sulla destra e con le dieci pagine concesse per invio del fax avviare
approssimativamente da 300 a 500 procedure di registrazione.

>       In ogni caso, visto che il comunicato n. 18 mi sembra abbia
>contribuito notevolmente a dirimere le questioni sorte, proporrei di
>smettere di spaccare il capello in quattro ipotizzando le piu' astruse
>ipotesi (io per primo, che chiedo venia se sono stato eccessivamente
>prolisso in passato sull'argomento) focalizzando la nostra attenzione
>solo su problemi o casi reali che dovessero presentarsi (ma spero
>proprio di no!) in futuro.
>

In tutta onesta' non sono cosi' sicuro che il comunicato 18 abbia dato delle
certezze in piu'....visto il commento esplicativo a seguire...

Nel comunicato il punto relativo alla questione cosi' come e' scritto
andrebbe anche decisamente bene ma se l'interpretazione e' quella citata
allora per
me e' un peggioramento...e non marginale... (sopratutto perche' tale
interpretazione non la si evince direttamente dal comunicato....)
E quindi siamo di nuovo al punto di partenza.

Cordiali Saluti
Griffini Giorgio

e-Mail: grigio a mediapoint.it
e-Mail: griffini.giorgio a enel.it



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe