Ulteriori incertezze...

Giorgio Just just a WAVENET.IT
Ven 14 Gen 2000 16:58:00 CET


At 14.04 13/01/00 +0100, grigio a mediapoint.it wrote:
>
>Vedo che il CE sta aprendo la strada a tutta una serie possibile
>di contestazioni.
>
>Chi stabilisce quanto 'veniale' sia un errore ?
>
>Cordiali Saluti
>Griffini Giorgio
>
L'amabile (e cocciuto) mio omonimo Giorgio (Griffini) continua pervicamente
nella sua personale battaglia per sostenere la inoppugnabilita' delle regole di
naming secondo la versione piu' restrittiva. Bene, ne ha buon diritto, anche se
credo che qualcuno (Cecconi si Ŕ gia' espresso icasticamente in tal senso; 
Nosenzo tace perche' ultimamente ha fatto voto di diventare piu' buono ;-)) )
cominci a ritenere la cosa un tormentone senza fine. Al quale, preso da raptus
maniacale, neanch'io voglio sottrarmi sperando di non essere alluvionato dalla
replica del Giorgio Griffini stesso.
Mi pare che la posizione per cosi' dire *rigorista" manifesti una tesi semplice
e ferrea: le LAR devono essere *in tutto e pertutto" conformi al modello
depositato.
I *possibilisti*, invece, ritengono che ci sia un margine di  variabilita'
laddove gli eventuali errori ammissibili (con conseguente possibile correzione
su segnalazione della RA) rientrino nella categoria degli errori *formali*
(scrivo una data sbagliata, dimentico di riportare sotto la firma il ruolo
ricoperto che e' comunque specificato nel testo della LAR, ecc.)
Scusate la semplificazione ma direi che sostanzialmente ho letto cosi' le due
tesi antitetiche.

Non entro nel merito degli argomenti prodotti a favore dell''una (Griffini) o
dell'altra (Ruggieri) posizione: con le casistiche non la si finisce mai.
Sostengo invece non solo la possibilita' ma anche la necessita di distinguere,
appunto, due tipi di errore:
- formali e che NON inficiano la validitÓ della LAR (attribuibili a ragioni
accidentali, dunque)
- sostanziali e che rendono NULLA  (meglio: inaccoglibile) la LAR.

Mi pare che questo criterio trovi applicazione in moltissimi contesti (con il
740 o Modello Unico l'errore formale da luogo ad un ammenda, anche perche' lo
stato italiano e' esoso e vuole guadagnare da ogni cosa, ma la cosa muore li';
gli errori sostanziali sono passibili di denuncia penale) e che quindi sia
anche da noi accettabile.

In quanto alla discrezionalita' paventata da Griffini non vedo assolutamente
questo pericolo (non piu' comunque di quella esercitata da qualsiasi
funzionario che prende in mano il mio Modello Unico): se agli addetti al
controllo delle LAR si spiega bene la differenza tra le due posizioni (motivi
che annullano la LAR e motivi incorretti ma non inficianti la LAR) direi che il
problema e' accettabile con margini di errore infimi. Se poi ci mettiamo anche
a chiosare su come la RA applica questi concetti, be' dappertutto ci puo'
essere chi lavora bene e chi lavora male: ma questo vale anche per la
situazione attuale.

Saluti a tutti 
Giorgio Just


--------------------------------------------------------------------- 
WaveNet & EverestNet Group 
Internet & Applications Service Provider 
FRIULI VENEZIA GIULIA 

<http://www.wavenet.it>http://www.wavenet.it 
e-mail: info a wavenet.it
---------------------------------------------------------------------
-------------- parte successiva --------------
Un allegato HTML Ŕ stato rimosso...
URL: <http://listsrv.nic.it/pipermail/ita-pe/attachments/20000114/d8644d7f/attachment.html>


Maggiori informazioni sulla lista ita-pe