R: Il mandato al GARR/IT-NIC e le registration authorities multiple

Bruno Piarulli piarulli a GOT.IT
Lun 17 Gen 2000 11:32:04 CET


> -----Messaggio originale-----
> Da: Stefano Trumpy
> Inviato: sabato 15 gennaio 2000 17.01
>
> < Come membro del Coordinamento generale della RA, incaricato, tra l'altro
> dei rapporti con ICANN/IANA, rispondo a questa mail di Cotroneo, facendo
> anche riferimento alle diverse altre mail comparse sulla lista su temi
> simili. Quanto segue e' stato concordato e condiviso dal Direttore dello
> IAT;  >

Buongiorno,
pur ammettendo che avrei preferito un impegno da parte del prof. Denoth, se
non altro per aspetti formali, mi fa piacere leggere la sua puntualizzaione,
in base alla quale intuisco che gli impegni che lei si assume sono condivisi
ed accettati dalla RA e dal suo direttore.



> < Innanzitutto, nell'ammettere che la RA (nella stessa posizione si e'
> trovata la NA) si e' trovata spiazzata da una quantita' di richieste molto
> oltre le previsioni che si erano fatte nella riunione con i mantainers a
> Bologna lo scorso ottobre, confermo quanto gia' dichiarato dal Direttore
> dello IAT, che la RA ha preso immediati provvedimenti che ci porteranno a
> smaltire le code, e quindi rientrare nei tempi di risposta previsti
> contrattualmente, entro il corrente mese e probabilmente con
> qualche giorno
> di anticipo.

La sua puntualizzazione non e' corretta.
E ne approfitto anche per rispondere a chi, come lei, ripone nelle
indicazioni della assemblea di Bologna la causa della "non preparazione"
della RA alla situazione attuale.
In data 28/12 le ho personalmente inviato una email privata, per non
aumentare il rumore in lista, a cui non ho mai ricevuto risposta. In quella
email le fornivo gli elmenti per valutare con maggior accuratezza la
possibile evoluzione della registrazione domini, elementi che ho poi in
parte ripetuto nel J'accuse di alcuni giorni fa.
Ma il punto non e' questo. Come ho gia' detto in passato, "qualcuno" ha
contato le lettere ricevute al 30/12 e la RA ha dichiarato in lista che
sarebbero state evase entro la settimana dell'otto gennaio. Sappiamo che non
e' avvenuto.

Ora lei dichiara di "rientrare nei tempi di risposta previsti
contrattualmente, entro il corrente mese e probabilmente con qualche giorno
di anticipo". E' al corrente che noi stiamo ricevendo oggi 17/1 conferme dei
fax ricevuti dalla RA il 31/12?

Che garanzie e' in grado di fornire che questa volta una stima fatta a 2
settimane di distanza  verra' rispettata, quando una stima analoga fatta ad
una settimana di distanza si e' rivelata non corretta? Possiamo investire in
comunicazione e pubblicita'? E' disposto ad impegnarsi su penali a carico
della RA qualora anche questa previsione di normalizzazione venisse
disattesa?

Buona giornata a tutti

Bruno Piarulli

-----------------------------------------------------------------
 GOT.IT srl         http://we.got.it       tel: +39 035.452.0250
                    mailto:we a got.it       fax: +39 035.452.0249
-----------------------------------------------------------------



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe