bluechips.it

Maurizio Codogno mau a BEATLES.CSELT.IT
Mer 19 Gen 2000 12:06:37 CET


> From: Luca Sambucci <luca a itaweb.it>
> Il dominio pippo.it in realta' non passa di mano in modo diretto. Prima io lo
> cancello, quindi la Pluto S.r.l. lo registra del tutto legalmente.
> Io vengo pagato per la mia consulenza, non per la vendita del dominio.
>
> Questo non solo e' un modo per aggirare (legalmente?) il divieto di vendita
> di domini .it, ma in certi casi potrebbe anche candidamente riflettere una
> situazione reale.
>
>
> E ora mi chiedo: in che modo la RA puo' ostacolare/sanzionare un'azione del
> genere?

La butto li` come battuta piu` o meno scherzosa:
- quando un dominio viene rilasciato, rimane per 24/48 ore in uno
stato particolare: non posseduto da nessuno. Chiunque voglia quel dominio
si mette in lista, e la RA estrae a sorte chi lo vincera`.

Nota: so bene che una misura simile potrebbe rendere molto probabile
la nascita di accaparratori di professione (piu` o meno come quello
che capita adesso con NetworkSolutions) e quindi cosi` com'e` non
funzionerebbe per nulla. (il solito "90% of all is crap", insomma)

D'altra parte, non so nemmeno se i maintainer vogliano davvero che
la RA ostacoli/sanzioni un'azione del genere. Rimettendo il cappellino
da Diretur, sono sempre disponibile a discutere su proposte piu`
serie di quella da me prospettata per trovare una soluzione decente.

ciao, .mau.



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe