LAR, regole e netiquette in English ?

Alfredo Cotroneo alfredo a COTRONEO.ORG
Gio 20 Gen 2000 12:22:51 CET


At 11:59 20/01/00 +0100, you wrote:

> > Non facciamo finta di NON capire, ma cerchiamo di aiutare invece chi vuole
> > lavorare bene e diamo un'immagine professionale del ns lavoro all'estero :
> > come puoi far firmare una LAR ad uno svedese, ad un norvegese, ad un
> > portoghese (appartenenti alla UE) in ITALIANO ?
>
>Solo una esperienza personale e recente:




>Lo so, saremmo "gentili" a fare la traduzione, cosi' come gentilmente
>l'impiegato mi ha tradotto la loro dichiarazione, ma NON mi hanno fatto
>firmare una versione inglese. La lingua legale e' l'Olandese e si firma
>in Olandese.
>
>La situazione della Lettera AR e' la stessa. Possiamo essere gentili a
>fornire una traduzione, ma la lettera da firmare e compilare e' quella in
>Italiano.


Ci rinuncio e non insisto se questa e' la posizione dei piu'.

Io tento sempre di mettermi dalle parte dell'Allocchio di turno, cioe'
tento di avere una mentalita' di servizio pergli utenti finali,
agevolare  l'utente finale, non la banca o la burocrazia. Se cio' non e'
accettabile su ITA-PE  .. passi. Mi spiace pero' questa logica la dovremo
chiaramente spiegare agli utenti stranieri.

SAluti.
--
Alfredo E. Cotroneo,             email: alfredo a cotroneo.org



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe