Comunicato Agora' e contestazione della Ditta ALFA

Franco Denoth denoth a CNR.IT
Sab 22 Gen 2000 14:19:02 CET


Premesso che dalla documentazione che e' stata fatta circolare emerge
chiaramente la scarsa conoscenza delle procedure di registrazione ed
una errata interpretazione dei contenuti del database dei domini da
parte della Ditta ALFA e della Agora', riteniamo doveroso precisare
quanto segue.

Nel caso in oggetto Agora' si e' mossa sulla base della contestazione
della Ditta ALFA, distribuendo informazioni tendenziose ad un largo
numero di destinatari.
Riteniamo scorretto diffondere comunicati che suggeriscono
comportamenti illeciti da parte della Registration Authority (RA),
basandosi sulla contestazione della Ditta ALFA senza averne
verificato la fondatezza. Evidentemente la Ditta ALFA non era al
corrente che a partire dal 15 dicembre "L'ordine di precedenza con
cui vengono evase le richieste di registrazione si basa sull'ordine
temporale di arrivo delle lettere di AR" (vedi Procedure di
Registrazione sul sito www.nic.it al punto 2.1).

Anche la Ditta ALFA ha trasmesso in copia a numerosi destinatari la
lettera di contestazione senza verificare con la RA la fondatezza del
rilievo (peraltro la lettera e' giunta a nostra conoscenza non
direttamente, ma attraverso la email di Agora').

Con quanto segue riteniamo di chiarire il reale svolgimento dei fatti.
La richiesta di registrazione di un nome a dominio avviene tramite
l'invio di due distinte parti di informazione. Una parte, chiamata
Lettera di Assunzione di Responsabilita' (LAR), contenente i dati
identificativi del richiedente (oltre a varie dichiarazioni), deve
essere firmata dal richiedente ed inviata alla RA via fax o via
posta. Una parte, chiamata Modulo Elettronico, contenente le
informazioni tecniche relative al dominio richiesto, deve essere
inviata alla RA dal Maintainer (chi fornisce al richiedente l'accesso
ad Internet) via posta elettronica. Non vi e' alcun vincolo che i
moduli elettronici debbano pervenire in un ordine prestabilito
rispetto alla corrispondente LAR; la registrazione viene perfezionata
soltanto quando entrambe le parti di informazione sono pervenute e ne
e' stata verificata la correttezza.

In questo periodo di recente liberalizzazione e' molto frequente che
lo stesso nome a dominio, specialmente per nomi che possono avere un
richiamo commerciale (come "webagency"), venga richiesto in un breve
spazio di tempo da piu' di una organizzazione. Non e' strano quindi
che in risposta ad una query sullo stato di registrazione del nome
"webagency.it", siano state trovate tre richieste, inviate da tre
diversi Maintainer, basate pero' solo sul modulo elettronico (come si
deduce dalla mancanza della data nel campo "Lettera").

Al momento della query - che non e' stata fatta il 5 gennaio, come
asserito dalla Ditta ALFA, ma certamente non prima del 10 gennaio,
come si deduce dal fatto che uno dei tre moduli elettronici e' datato
10 Gennaio - nessuno dei tre moduli aveva ancora associata una LAR. A
causa dell'enorme mole di LAR ricevute a partire dal 15 dicembre, il
giorno 10 gennaio la RA stava inserendo nel sistema le LAR arrivate
il giorno 21 dicembre.

Il 12 gennaio, proseguendo nell'inserimento delle LAR, rispettando
rigorosamente l'ordine cronologico di arrivo, sono stati inseriti nel
sistema i dati della LAR arrivata via fax il 22 dicembre, con fax ID
numero 10069 (come da nostro log), relativa al modulo elettronico
ricevuto in data 5/1/2000. Successivamente sono stati inseriti nel
sistema i dati relativi alla LAR della Ditta ALFA, arrivata via fax
il 24 dicembre, con fax ID numero 11769. Questa seconda LAR e' stata
giustamente respinta in quanto era stata preceduta da un'altra LAR
valida. Come gia' esposto, e come chiaramente indicato nelle
procedure di registrazione (vedi il sito web www.nic.it), la
priorita' della richiesta viene stabilita esclusivamente dall'ordine
di arrivo delle LAR, e non dall'ordine di arrivo dei moduli
elettronici.

Quanto sopra risponde alla domanda: "Lo staff della piccola Ditta si
e' chiesto come fosse realistico che qualcuno possa ragionevolmente
mandare la lettera di assunzione di responsabilita' ben 14 giorni
prima di fare la richiesta di iscrizione dominio. Una domanda alla
quale dovra' rispondere il N.A. A tutti i consumatori di Internet,
cosi' come ai piccoli Legali della piccola Ditta di Valenza che
richiederanno la reintegrazione del dominio it per i loro assistiti."

Possiamo inoltre aggiungere che dal 15 dicembre in poi accade sempre
piu' frequentemente che il Maintainer, dopo aver consigliato al
cliente di inviare la LAR al piu' presto per assicurarsi il "posto
nella coda", invii invece il modulo elettronico con una certa
tranquillita'. In questo periodo e' molto "realistico" e molto
frequente ricevere delle LAR con largo anticipo rispetto all'arrivo
del modulo elettronico.

Comprendiamo che un certo disorientamento possa essere sorto a causa
dei tempi anomali per il trattamento delle domande di registrazione
dopo il 15 dicemnbre, peraltro previsti ed annunciati dalla Naming
Authority (NA), ma non possiamo accettare che una evidente ignoranza
delle nuove regole e procedure possa innescare un processo che rivela
chiari intenti diffamatori, oltretutto basati su dei presupposti
privi di fondamento.

Infine, per quanto riguarda le frasi al limite del diffamatorio, di
seguito riportate, gradiremmo sapere in base a quali elementi ci si
permetta di formulare evidenti sospetti di comportamento irregolare
da parte della RA: ".....Conoscendo pero' le possibilita' di
manipolazione che, volendo, si possono effettuare su fax e
computers.....";
".....Il can che dorme era stato svegliato e la pulce nell'orecchio
probabilmente scattava....";
"....attribuito al concorrente in forza di una lettera di assunzione
responsabilita' arrivata, guardacaso, il giorno 22 dicembre 1999...".

Se abbiamo commesso errori, siamo sempre pronti a riconoscerli e a
fare il possibile per correggerli. Se abbiamo commesso (presunte)
irregolarita' nell'applicazione delle regole di naming e delle
procedure di registrazione stabilite dalla NA, gradiremmo che i
rilievi venissero mossi in maniera chiara e puntuale.

Alla Ditta ALFA risponderemo direttamente per scritto e documentando
le nostre affermazioni non appena ci verra' recapitato l'originale
della loro contestazione.

Distinti saluti.

                             Il Responsabile della RA
                                Prof. Franco Denoth


--

__________________________________________
Franco Denoth                   Tel:    +39 050 588.123
Direttore IAT-CNR               FAX  :  +39 050 588.186
Via V. Alfieri, 1               E-mail: denoth a cnr.it
56010 Ghezzano (Pisa) Italy             franco.denoth a iat.cnr.it
                http://www.iat.cnr.it/Direzione/FD.html





Maggiori informazioni sulla lista ita-pe