Trasferimento del nome a dominio? si puo' fare...

Maria Luisa Buonpensiere buonpensiere a TIN.IT
Ven 21 Gen 2000 09:57:07 CET


At 23.06 20/01/00 +0100, Stefano Cecconi - TechNet I.S.P. wrote:
>Riporto dal sito switch.ch due punti interessanti....
>
>Transfer of domain names:
>
>two possibilities exist for the transfer of domain names from one holder to
>another:
>The holder of a name deletes the data base entries of a certain name in the
>repository and a new registrant applies for the same name.
>The holder of a name submits a written and signed document to the registry
>authorizing another entity to apply for a modification of the entries in the
>repository of a specific domain name.

        Premesso che neppure in Svizzera e' prevista esplicitamente la vendita dei
domini, osservo che si sta facendo a mio avviso una tempesta in un
bicchiere d'acqua, perche' anche in Italia e' possibile farlo del tutto
legalmente, in questo modo:

- Acquirente "A" e Venditore "V" si accordiano sul trasferimento;
- "A" contesta il nome a dominio inviando alla RA la lettera di cui all'art
14.1 delle regole di naming;
- La RA comunica la contestazione a "V" entro i dieci giorni (art. 14.2);
- il precedente assegnatario "V" comunica alla RA di rinunciare al nome a
dominio (art. 14.4.5);
- La RA e' tenuta a rimuovere il nome a dominio, a tenerlo a disposizione
del contestante "A" per 30 giorni (art. 14.6, I comma) e a invitare "A" a
registrarlo;
- "A" registra il dominio.

        Come si vede, del tutto legalmente e con la spesa di due o tre
raccomandate, il trasferimento del nome a dominio e' fatto...

        Che poi la si voglia chiamare vendita, trasferimento dell'assegnazione,
rinuncia per contestazione, o quello che volete, mi sembra che il discorso
non cambi...

        Buon lavoro!

                Maria Luisa Buonpensiere
---------------------
Avv. Maria Luisa Buonpensiere
e-mail: buonpensiere a tin.it



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe