Reply a P.Bini: SIM SALA BIM

Griffini Giorgio grigio a MEDIAPOINT.IT
Gio 27 Gen 2000 00:53:37 CET


Commento:

> > Parlare di GOLPE mi sembra adeguato.
> Secondo me sarebbe adeguato parlare di menefreghismo: quando l'assemblea ha
> bocciato l'arbitrato obbligatorio il CE ha preso atto, cosa che i "golpisti"
> normalmente non fanno.
> In quell'occasione i contributi sono stati piu' consistenti per numero
di
> estensori e varieta'.

Diciamo che c'e' voluta una assemblea "fisica" perche' lo
facesse.....altrimenti col cavolo...

> Se la maggioranza di ITA-PE non interviene proviamo, solo per un attimo, a
> immaginare che non lo faccia perche' forse nel complesso l'operato del CE e
> del presidente non dispiaccia poi cosi' tanto.
> Risparmieremmo in dietrologia (e in banda).

Anche questa pensata e' dietrologia.... e quindi mi aggrego
dicendo... proviamo a pensare che "l'italico sentire" spinge ad essere
menefreghisti su cosa viene deciso perche' al limite l'impatto lo ha il
cliente?

>
> E' verissimo che i contributori attivi non sono tanti (e questo e' un
> peccato) ma e' un po' forzato vedere in questo un macchinoso disegno di
> qualcuno per raggiungere chissa' quale scopo.

Questo pero' e' anche peggio... Perche' se ci fosse uno scopo visibile
allora uno - vedendo gli atti - potrebbe almeno comprendere le ragioni
e condividerle o meno. Senza uno scopo - "visibile" o "nascosto" -
significa solo fare le cose senza la necessaria accuratezza, ovvero
peccare di superficialita' (a volte marciandoci pure sopra, forse)

>
> Scommettiamo che se il costo dei domini viene moltiplicato per 10 i
> contributori si fanno sentire in massa?

Sono convinto che si lamenterebbero i soliti "pochi" e poi passerebbe
comunque....In questo caso pero' l'effetto sarebbe dovuto al fatto che
il "nostro"  ente normatore e' privo di rappresentanze nella categoria
"utente finale" ovvero i registranti.... (e visto che abbiamo delle regole
cosi' "europeiste" mi permetto di sottolineare il fatto che vi sono atti
preparatori di leggi e direttive europee che caldeggiano "fortemente"
che negli enti normatori debba essere rappresentata anche la
categoria dell'utente finale )

>
> Propongo a chi sia insoddisfatto dell'"inerzia" della lista di stimolare i
> colleghi con qualcosa di piu' che dietrologie e lamentele.
>
Per "stimolare" i colleghi basterebbe proporre una quota associativa
e rimborsi spese cospicui per le cariche sociali.... Si rimarrebbe in
una decina o poco piu' al massimo.....e non ci sarebbe il problema di
avere questa maggioranza silenziosa... (che non tace perche' e'
d'accordo o in disaccordo... tace e basta...)

> Volete cambiare lo statuto? Perfetto ci sono tutti gli strumenti per farlo
> nella versione attuale.
>
Su questo, purtroppo non e' cosi' vero... Lo statuto si puo' cambiare
solo ad una assemblea "fisica" con la maggioranza assoluta degli
aventi diritto... (e non mi sembra ci sia mai stata una assemblea
"fisica" in cui ci fossero tali numeri).
L'assemblea fisica la puo' convocare solo il presidente... da statuto
deve farlo almeno una volta l'anno... e non e' tenuto a convocarne
altre nemmeno a fronte di lamentele (se vuole lo fa ma e' a sua
assoluta discrezione). Il presidente e' invece "tenuto" a convocare
una assemblea fisica solo nel caso in cui una decisione rigettata al
CE venga da esso riproposta "immutata".... Se il CE non prende
decisioni o il presidente non la convoca lui di sua spontanea
iniziativa... bisogna aspettare la convocazione annuale...e per la
prossima,se si terra' in ottobre come credo, ci sono ben 9 mesi in
mezzo....
Quindi non e' nemmeno vero che ci sono strumenti cosi' agili .....

> Chi ha la bacchetta magica per accontentare tutti si faccia avanti
>

Tsk Tsk... Non e'  quasi mai possibile accontentare tutti.... e di solito
le decisioni migliori sono quelle che scontentano tutti in egual
misura....
Se ai livelli giusti si adottasse un certo grado di "professionalita'" le
soluzioni arriverebbero da sole ..."magicamente" ...

Viste le difficolta'  credo comunque sia meglio almeno cercarla la
bacchetta magica, per quanto smozzicata,sconocchiata o poco
efficace,  piuttosto che continuare ad essere oggetto del metodo del
"bastone magico " e della "carota magica" sopratutto quandi si nota
che si intende rosicchiare il bastone e brandire la carota....

Per quanto riguarda le lamentele ... l'attuale prassi le prevede
direttamente...altrimenti come potrebbe il Presidente capire se
applicare o meno un veto ?
In caso contrario dovremo stanziare un qualcosa per acquistare
ANCHE la palla di cristallo....(cosi strappiamo magari uno sconto)

Cordiali Saluti
Griffini Giorgio


e-Mail: grigio a mediapoint.it
e-Mail: griffini.giorgio a enel.it



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe