Sulle decisioni d'urgenza.

P - Giorgio Griffini (Mediapoint) grigio a MEDIAPOINT.IT
Gio 27 Gen 2000 16:14:40 CET


Commento al messaggio di E.Fogliani sulle decisioni urgenti.

Se uno va a leggere i verbali del 2/10/98 riguardanti la discussione
sull'articolo 14 scopre che l'esecutivita' e' proprio nei termini in cui io
e qualche altro sta ribadendo (e che chiunque potrebbe interpretare leggendo
il testo dello statuto)
Tant'e' vero che erano stati espressi dubbi che 10 giorni fosse un tempo
sufficiente per poter esaminare le decisioni o nel caso che il presidente
fosse indisponibile (ferie o altro) e che poi e' stato comunque confermato a
fronte dell'esistenza della figura del vicepresidente.

Pensatela un po' come volete..

In merito al fatto che possano manifestarsi necessita' di prendere decisioni
d'urgenza posso assolutamente essere d'accordo. Sono assolutamente in
disaccordo sul metodo sinora adottato che di fatto PREVARICA un diritto
della assemblea dei membri NA.

Se il CE ritiene che in taluni casi sia necessario emettere provvedimenti
urgenti (io sono uno tra quelli che e' d'accordo) allora la strada maestra
da seguire VISTO CHE LO STATUTO PONE UN LIMITE MINIMO e' quello di far
presente la cosa alla assemblea, eventualmente proporre una INTEGRAZIONE
ALLO STATUTO per trattare i casi d'urgenza che poi DOVRA' ESSERE VOTATA ALLA
ASSEMBLEA ORDINARIA (e approvata con la maggioranza assoluta).

Qualunque altra forma di comportamento e' almeno una mancanza di rispetto
dei diritti dei membri NA se non peggio.
Punto.

Che io personalmente sia decisamente critico verso questo CE e' abbastanza
evidente.. sopratutto quando agisce fuori dalle regole che TUTTI abbiamo
approvato.

>> 3) Nel caso di specie, poi, si trattava di una decisione pressocche'
>> obbligata...... [omissis....]...... Mi sembra che questa
>> seconda posizione non fosse (e non sia tuttora) quella preferita dalla
>> maggioranza, in quanto molti maintainer si erano gia' preparati (e
>> avevano assunto obbligazioni verso terzi) per la entrata in vigore
>> delle norme.

Se ci fosse un meccanismo certo (ad esempio un poll) allora tutti i "mi
sembra" non avrebbe senso esprimerli (scusate ma se sono i soliti 10-15 che
parlano in lista da cosa e' discesa questa "sensazione" ?).
Dal mio punto di vista invece "mi sembra" invece che i maintainer a cui
viene fatto riferimento (per le obbligazioni verso terzi) fossero
probabilmente pochi ma grossi..

Siccome intendo agire... ho bisogno di una interpretazione "autentica" dello
statuto (che abbia almeno una validita' mensile) e per pulizia esprimero' la
richiesta in messaggio separato.

Cordiali Saluti
Griffini Giorgio

e-Mail: grigio a mediapoint.it
e-Mail: griffini.giorgio a enel.it



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe