L'ultimo "quorum" : ringrazio e concludo.

Griffini Giorgio grigio a MEDIAPOINT.IT
Lun 31 Gen 2000 17:32:56 CET


Ringrazio e concludo con alcune considerazioni.

> > sulle quantita' di messaggi e/o numerosita' di membri NA avversi
ad
> > una decisione che sono necessari affinche' tu possa esprimere con
> > tutta serenita' il diritto di veto che lo statuto ti concede ?
>
> E' come domandare di definire numericamente il "rough consensus"... penso
> che se sapessi dare la formula numerica ad IETF mi farebbero il monumento
> per avergli risolto "il Problema" (con la maiuscola).
>
> ;-)

Beh. non pretendevo che mi venisse detta la "formula" secca con cui
fare i conti...(anche se qua si tratta di "rough dissensum" ... e' bene
ricordarlo....)

>
> Un esempio lo puoi prendere dalla scorsa assemblea, problema dell'arbitrato.
>
> Tenendo conto che di solito (statisca spicciola) poco piu' del 50% degli
> aventi diritto (attualmente circa 150) partecipa attivamente ( = presenti
> all'assemblea e/o attivi sulla lista), una "preoccupante opposizione ad
> una decisione del CE" e' qualcosa di vicino almeno alla meta' degli
> "attivi", mentre una decisa opposizione supera la meta' degli "attivi".
>

E' vero, non e' cosi' semplice stabilire un criterio... pero' mentre in
assemblea e' facile almeno fare la "conta" ... (si propone e si
contano i favorevoli o meno e quindi eventualmente si esprime un
veto in base ai numeri che risultano....)  invece non e' cosi' semplice
(visto che di votare via mail sembra non se ne voglia parlare) fare la
"conta" se una decisione va eventualmente "vetata" tramite la lista.

In base ai criteri che hai appena enunciato... temo che comunque ci
sia qualcosa che non quaglia troppo (qualunque delle due
interpretazioni si diano)  e mi spiego:

1 - Se intendi il 50% degli attivi in lista + partecipanti allora siamo su
circa 80 dissensi che devono essere espressi in lista.. ed e'
sicuramente un numero che non ha nessuna reale possibilita' di
essere raggiunto...

2 - Se intendi il 50% degli attivi nella sola lista.... supponendo
ottimisticamente che siano una trentina i membri attivi sulla lista,
allora 15 dissensi sono troppo pochi (in senso assoluto) per essere
rappresentativi della volonta' di "vetare" dei membri della NA.

Purtroppo in ambedue i casi il risultato e' lo stesso... ovvero il veto ha
poche possibilita' di essere espresso...

Non aggiungo altre considerazioni altrimenti mi si taccia come quello
che fa le battaglie personali contro qualcuno o qualcosa...

> Ma, come ho detto, non si tratta di fomule numeriche. Si tratta anche del
> tipo di argomentazioni che vengono portate etc. etc... e dipende dal
> singolo caso... altrimenti non ci sarebbe un umano (peraltro fallibile) a
> fare il presidente.
>

Ok. In merito al "tipo di argomentazioni", se mi si parla di verificare la
veridicita' delle argomentazioni a supporto allora OK ma non credo
sia opportuno andare a sindacare sulle scelte personali che fa ogni
singolo membro.
Se io come membro esprimo un "no" perche' magari una decisione
mi sembra meno a tutela del "namespace" e piu' a tutela di un
"possibile business"  vorrei che il mio "no" avesse lo stesso peso di
un "si" espresso da chi ha opinioni diverse dalle mie...
L'inghippo e' che il "si" ed il "no" lo esprimo facilmente in una
votazione ad-hoc e nel caso della lista... cio' non sembra possibile...
Finora non si e' ancora verificato un "veto" da "lista" e visti i
presupposti numerici (tipo 1 oppure tipo 2) temo che difficilmente si
possa verificare..
Mi adeguo ma rimango perplesso...

Grazie della risposta..

Cordiali Saluti
Griffini Giorgio


e-Mail: grigio a mediapoint.it
e-Mail: griffini.giorgio a enel.it



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe