R: Provider stranieri e passaggi obbligati

Bruno Piarulli we a GOT.IT
Mar 6 Giu 2000 20:41:56 CEST


> -----Messaggio originale-----
> Da: Griffini Giorgio
> Inviato: sabato 3 giugno 2000 17.44
> A: ITA-PE a NIC.IT
> Oggetto: Provider stranieri e passaggi obbligati
>
> ....... ha di fronte la difficolta' di trovare
> un Maintainer che
> gli faccia la sola registrazione perche' non e' una feature che
> molti Maintainer
> pubblicizzano e spesso quelli che sono disposti a farlo tentano (parlo di
> quelli poco "leali") - prima o poi - di portare via il cliente
> allo studio/libero
> professionista.

Vero. E' comunque vero che mi vengono in mente almeno una decina di nostri
concorrenti che offrono (sul web) il servizio di sola registrazione, e un
po' di accortezza nella scelta dovrebbe ridurre al minimo il rischio del
"cliente scippato" :-).

Il problema vero, credo, e' un altro. Per offrire il solo servizio di
registrazione, io maintainer devo (ovviamente!) accettare che il cliente
utilizzi i suoi DNS o, come nell'esempio, quelli del provider straniero. Che
magari non e' proprio una scheggia ad aggiornare i suoi DNS, specialmente
quando si tratta di rimuovere un dominio perche' trasferito altrove. E da
qualche parte nelle regole di naming e' scritto che la R.A. puo' sospendere
le nuove registrazioni al Maintainer che non provveda nei tempi dovuti a
rimuovere le deleghe a seguito di un cambio maintainer. Il rischio e' quindi
di vedersi l'attivita' bloccata semplicemente perche' un provider straniero
non ha tolto un dominio .it dai suoi DNS. Noooooon bello, vero? :-)



> Quanto a eventuali soluzioni... puo' solo farlo la RA decidendo
> di adottare
> (finalmente aggiungo io) il billing diretto degli oneri di
> registrazione al
> registrante e non al "maintainer". Se la RA teme che ci sia il
> rischio di una
> mole rilevante di chiamate basta che mette un Audiotel (166) per
> lo scopo e
> rientra ugualmente nei costi senza pero' creare questo tipo di intralcio.
> I maintainer non saranno forse contenti, certo, ma questo e' tutt'altro
> discorso.

Io non sarei contento. Sarei addirittura entusiasta. E dico davvero. Pero'
contestualmente devo avere modo di competere con la R.A. stessa per la
registrazione dei domini. Chiamalo "modello Registry-Registrar", chiamalo
"sconti quantita'" o forme da trovarsi, io sarei contento di avere una R.A.
che registra domini a prezzi equi, in tempo reale, con pochi casini,
lasciando comunque a me la possibilita' di competere sul libero mercato con
la qualita' del servizio, del customer care, dei servizi aggiuntivi, ecc.
ecc.
Che e' esattamente quello che tutti facciamo quando registriamo i domini
.com: siamo in "competizione" con chi viene ancora vissuto dai clienti come
"l'unica authority in monopolio" (i.e. Internic / Network Solutions), ma noi
registriamo comunque i domini anche se alla [percepita] authority tutti
possono accedere direttamente.


Buon lavoro!
Bruno Piarulli

-------------------------------------------------------------
 GOT.IT srl     http://we.got.it       tel: +39 035.452.0250
                mailto:we a got.it       fax: +39 035.452.0249
-------------------------------------------------------------



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe