Reply a M.Codogno su Comunicato 23

Enzo Fogliani fog a FOG.IT
Ven 9 Giu 2000 09:05:43 CEST


Griffini Giorgio ha scritto:
>
> Rispondo a M.Codogno
> > Cosa che sara` appunto nelle procedure (d'altra parte, se non ci
> > sono marchi o roba del genere tutti hanno diritto all'uso, no?)
>
> Non so se e' cosi' facile, nel nostro ordinamento, stabilire tale principio (tutti
> hanno diritto all'uso) perche' di fatto chi si vede assegnato il nome generico
> gode di benefici d'uso "esclusivi" che non consente anche agli altri -
> altrettanto aventi diritto - un equivalente uso.

In realta', sui nomi non registrati come marchi tutti hanno diritto
all'uso sinchè qualcuno, di fatto, lo usa come proprio segno distintivo
(parlo ovviamente di nomi che abbiano caratteristiche tali da esserlo).
Dato che la registrazione, individuando un ben determinato dominio, di
fatto fa divenire il nome a dominio un segno distintivo, vale il
principio del "chi prima arriva se lo prende"; che concorre ovviamente
con gli altri utilizzi del segno distintivo in altri campi.

> > La procedura puo` solo trasferire il dominio al contestante.
>
> In prima istanza ci puo' anche stare.. bisogna tenere presente che pero' il
> MAP dovrebbe essere applicabile anche nei casi in cui vengano registrati
> nomi a dominio con intento diffamatorio e forse non e' cosi' proponibile che il
> danneggiato sia costretto a registrare a suo titolo tali nomi diffamatori e
> doverne sostenere i costi di mantenimento.

Se il dominio e' registrato a scopo diffamatorio (anche se al momento
non riesco ad immaginarmi la fattispecie) siamo ovviamente nel penale.
Chi e' diffamato penso ricorrera' comunque ad una azione inibitoria, non
alla MAP.

Cordiali saluti,

    Enzo Fogliani.


-------------------------->>>  <<<--------------------------
Avv. Enzo Fogliani, via Prisciano 42, 00136 Roma
Tel.:  +39-06-35346935; Fax:  +39-06-35453501
http://www.fog.it/enzo - E-Mail: fog a fog.it



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe