Comunicato del Comitato esecutivo - 23

Alessandro Nosenzo nosenzo a IDEA.IT
Lun 12 Giu 2000 21:21:39 CEST


At 17.13 07/06/00 +0200, Maurizio Codogno wrote:
>Torino, 7 giugno 2000
>Buongiorno!
>        Si comunica ai membri della Naming Authority che il Comitato
>esecutivo, riunitosi a Roma il 1. giugno 2000, ha deliberato quanto
>segue:

megazip

>1) Il CE ha espresso il proprio orientamento di massima per le seguenti
>modifiche agli articoli 14.4, 14.5 e per l'aggiunta di un articolo 16 delle
>regole di naming, decidendo di sottoporre tali modfiche alla lista ITA-PE
>per commenti:
>Gli articoli 14.4 e 14.5 vengono modificati in questo modo:
>===========
>Art. 14.4
>[sostituire dal punto 8 compreso alla fine dell'articolo]
>8. siano trascorsi 2 anni dall'ultima volta in cui la parte che ha iniziato
>la contestazione abbia ribadito la propria volonta' di mantenerla; oppure
>9. riceve la decisione su una procedura amministrativa di cui all'art. 16
>che trasferisce a chi lo ha contestato il nome a dominio; oppure
>10. riceve la decisione su una procedura amministrativa di cui all'art. 16
>che respinge la contestazione.
>Una contestazione risolta non puo' essere nuovamente riproposta fra le
>stesse parti per lo stesso nome a dominio, a meno che la risoluzione non
>sia stata risolta ai sensi dei precedenti punti 9 e 10 di questo articolo.
>===========
>Art. 14.5
>[aggiungere al punto "a" dopo primo alinea]:
>- in base al punto "10" del precedente articolo 14.4, oppure
>[aggiungere al punto "b" dopo primo alinea]:
>- in base al punto "9" del precedente articolo 14.4, oppure
>===========
>Viene inserito un nuovo articolo 16, con il seguente testo:
>==========
>16. Procedura amministrativa di trasferimento del nome a dominio
>16.1 Applicabilita' della procedura amministrativa
>I domini registrati sottoposti a contestazione ai sensi dell'art. 14
>possono essere, a richiesta di chi li ha contestati, sottoposti alla
>Procedura amministrativa di trasferimento del nome a dominio.
>La procedura amministrativa e' applicabile a tutti i nomi a dominio
>registrati sotto il ccTLD .it .
>16.2 Natura della procedura amministrativa
>La procedura amministrativa ha come scopo la verifica del titolo all'uso o
>alla disponibilita' giuridica del nome a dominio, e che il dominio non sia
>stato registrato e mantenuto in mala fede.
>La procedura pertanto non ha natura giurisdizionale, e come tale non
>preclude alle parti il ricorso, anche successivo, alla magistratura o
>all'arbitrato previsto dall'art. 15 delle regole di naming.
>16.3 Procedura amministrativa, arbitrato e ricorso alla magistratura.
>La procedura amministrativa non puo' essere attivata se in relazione al
>nome a dominio contestato e' gia' pendente un giudizio innanzi al giudice
>ordinario o al collegio arbitrale previsto dall'art. 15 delle regole di
>naming.   Qualora un giudizio innanzi al giudice ordinario o l'arbitrato
>previsto dall'art. 15 delle regole di naming siano introdotti in pendenza
>della procedura amministrativa, essa si estingue.
>16.4 Fonti della procedura amministrativa
>La procedura amministrativa e' regolata dalle presenti regole di naming e
>dalle norme contenute nel documento "Procedura amministrativa di
>trasferimento del nome a dominio", che fa parte integrante delle regole di
>naming.
>16.5 Conduzione della procedura amministrativa.
>La procedura amministrativa verra' condotta da apposite organizzazioni,
>ripondenti ai requisiti che verranno predisposti dalla Naming Authority.
>Le organizzazioni di cui al comma precedente potranno adottare proprie
>disposizioni di attuazione per meglio definire il procedimento. Tali
>disposizioni di attuazione dovranno essere approvate dal Comitato
>esecutivo.
>L'accertamento dell'esistenza dei requisiti da parte delle organizzazioni
>che faranno domanda per la conduzione delle procedure amministrative
>e il controllo sull'operato di tali organizzazioni e' demandato ad un
>comitato composto da Presidente e Vicepresidente della Naming Authority e
>da un legale rappresentante per Registration Authority.
>La scelta dell'ente cui far seguire la procedura amministrativa spetta a
>chi contesta il nome a dominio.

Tutto bene ma ho due punti da sollevare:
1) I componenti del comitato per la procedura amministrativa dovrebbero
escludere i membri della Registration Authority sia perche' gia' molto
impegnati nella normale attivita' di registrazione (vedi recenti lungaggini
dovute all'abuso di registrazione nomi a dominio che imperversa) e sia
perche' pare poco equo porre una organizzazione come la RA, che deve
eseguire le decisioni della procedura amministrativa, anche fra le persone
che appunto giungono a questa decisione. Non voglio togliere nulla alla
professionalita' ed alla serieta' delle persone della RA che e' del tutto
fuori discussione, ma credo che sia logico non coinvolgerle anche in questa
attivita' per evidenti ragioni di possibili conflitti. Se si preferisce
posso effettuare una formale proposta al CE ma mi piacerebbe anche sapere
cosa ne pensano altri.
2) Sarebbe inoltre bello vedere le copie dei verbali delle riunioni del CE
che invece nel sito del Nic (io non le ho trovate aggiornate nel nuovo
sito) sono ancora da aggiornare. Infatti mi piacerebbe leggere come
lavorano i nostri delegati e vedere se i voti sono stati ben riposti o
vedere chi CE o non CE :))))
Saluti.



Alessandro Nosenzo - Business Idea.it Srl
Via Cortelonga, 14/a - 20052 MONZA MI
Tel. +39039320191 Fax +390392302955



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe