R: chi fara` la MAP?

Riccardo Roversi rroversi a SLA.IT
Mar 13 Giu 2000 15:34:31 CEST


Buongiorno.

Questa discussione trae origine dalla formulazione, secondo me non proprio
felice, del nuovo articolo delle regole di naming.

In tale disposizione, infatti, si fa riferimento ad un controllo da parte
del "comitato di controllo" sulle regole supplementari di cui i singoli
"fornitori di MAP" possono dotarsi.

Dal momento che le regole ICANN sono la fonte dichiarata della nostra
ispirazione, credo si debba fare riferimento ad esse per comprendere
esattamente che cosa sono le regole supplementari.  A ben vedere si tratta
di regolette destinate a disciplinare aspetti marginali del procedimento,
quali la lunghezza delle decisioni e degli atti di parte, l'obbligo
(eventuale) di utilizzo di moduli per le decisioni e/o gli atti di parte, le
modalitÓ di scambio delle comunicazioni tra le parti ed il fornitore di MAP,
i costi del MAP di ciascun fornitore.

Se anche nel caso italiano si sta parlando di queste regole, allora non
credo si debba prevedere alcun tipo di controllo sulle stesse.  NA
controllerÓ l'efficienza di ogni singolo fornitore di MAP in sede di
autorizzazione all'avvio della fornitura del servizio, in quella occasione
potrÓ anche esaminare le regole supplementari e poi ogni singolo fornitore
agirÓ liberamente, nell'ambito delle regole di naming, delle regole sul MAP
e delle sue regole supplementari.

Quanto al coinvolgimento diretto di NA e RA nel MAP, mi pare che lo stesso
debba essere decisamente escluso.

Sempre sull'esempio di ICANN, infatti, mi pare che la soluzione che
garantisce la massima trasparenza sia quella che prevede l'estraneitÓ di NA
da qualsiasi procedimento amministrativo.  NA dovrÓ, invece, mantenere un
forte ruolo nella fase di approvazione dei singoli fornitori di MAP.

A presto


---------------------------------------
Riccardo Roversi
Studio Legale Abbatescianni
Tel +390255183148 Fax +390255014830
www.sla.it



----- Original Message -----
From: Maurizio Codogno <mau a beatles.cselt.it>
To: <ITA-PE a NIC.IT>
Sent: Tuesday, June 13, 2000 12:44 PM
Subject: chi fara` la MAP?


> > Se non ho frainteso, mi sembra che nel testo elaborato dal CE la RA non
> > abbia un ruolo diretto nella gestione della "procedura amministrativa"
(nel
> > qual caso le osservazioni di Nosenzo non sarebbero a mio avviso prive di
> > fondamento), ma faccia semplicemente parte, con un suo rappresentante,
del
> > comitato che deve controllare le "organizzazioni" cui detta gestione e'
> > effettivamente affidata.
> > Se e' cosi', non mi pare ci debbano essere problemi per la
partecipazione
> > della RA al comitato, anzi.
>
> Ci sono due punti distinti da considerare:
>
> (1) il "comitato di controllo" deve essere a nostro parere espressione
> congiunta di NA e RA, perche` sono le due parti interessate, da
> punti di vista diversi, ai problemi con le registrazioni.
>
> (2) non abbiamo ancora definito chi possa fare i comitati di gestione
> della MAP. Abbiamo soltanto stabilito che ci possono essere piu` "enti".
> Una possibilita` e` che tra questi "enti" ci siano la RA (o meglio
> un gruppo all'interno della RA) e la NA (o meglio, le persone che
> fanno parte del comitato arbitrale, anche se il loro utilizzo verrebbe
> fatto in maniera diversa - si fa un elenco ordinato delle
> persone, e le richieste di MAP verrebbero evase nell'ordine
> appunto dell'elenco).
>
> Come ho gia` scritto, ci sono motivi a favore e contrari al fatto
> che la RA/la NA/entrambe/nessuna delle due possa fare da parte
> giudicante nel MAP.
>
> Piu` commenti ragionati ci date, meglio riusciremo a trovare una
> soluzione valida!
>
> ciao, .mau.
>



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe