MAP 1: Comitato di controllo

Giorgio Just giorgio.just a WAVENET.IT
Ven 16 Giu 2000 16:56:10 CEST


At 10.37 14/06/00 +0200,Enzo Fogliani wrote:
>Salve!
>
>         Vista la messe di autorevoli opinioni espresse in lista,
> intervengo per
>dare il mio punto di vista sulla questione su "chi fara' la MAP".
>
>Anzitutto, premetto che la mia preferenza va al modello ICANN, perche':
>a) e' gia' pronto (basta tradurlo con gli opportuni adattamenti);
>b) per quello che si e' visto, funziona dignitosamente;
>c) sta creando una serie di precedenti che potranno essere di grande
>utilita'.
>
>Cio' premesso, mi sembra che le osservazioni di Guerrieri, Di Roversi,
>Di Nosenzo e di Griffini [occhio che fra un po' nevica! e' la seconda
>volta che io e Griffini siamo d'accordo :-)) ] sulla non opportunita'
>che la RA abbia a che fare con la MAP sono fondate; e non solo per la
>conduzione della procedura, ma anche per la decisione su quali
>organizzazioni debbano poterla condurre. (cio' vale anche per la NA, ma
>questo lo vedremo in seguito).

Zippo qui l'intervento di Enzo sull'argomento MAP/RA, presumendo che
tutti  abbiano letto le argomentazioni di seguito. Mi pare che il dibattito
in corso abbia messo sufficientemente in luce gli aspetti della MAP, su chi
la farà e su chi controllerà.
Non credo si debba aggiungere granché, salvo dopo l'approntamento da parte
del CE della procedura (a proposito: visto che abbiamo il modello ICANN che
si può adottare come ottima base di partenza, ci vorrà ancora molto per la
formulazione della procedura?) per cui non mi resta che ribadire anch'io le
opinioni espresse dai colleghi della NA: la RA deve essere estranea sia
alla conduzione della procedura sia al controllo sulle entità che operanno
la MAP. Questo controllo è molto più corretto e offre maggiori garanzie se
verrà svolto dal CE della NA.

Saluti a tutti
Giorgio Just



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe