Due pesi e due misure (commento a msg di B.Piarulli)

Enzo Fogliani fog a FOG.IT
Mer 28 Giu 2000 13:01:05 CEST


Griffini Giorgio ha scritto:
>
> Ci sono per forza due pesi e due misure diverse se le regole cambiano nel
> frattempo (nel nostro modello non e' contemplata la retroattivita').
> Il comunicato n. 20 del 1/3/2000 e' proprio quello che modifica il testo della
> LAR (che fa parte delle regole) con la affermazione del registrando di
> "...essere a conoscenza delle norme a tutela del nome e dei marchi..."
> Credo che la RA stia utilizzando questa "affermazione del registrando" per
> dissuadere eventuali soggetti dal registrare nomi di persona altrui andandola
> a verificare puntualmente, con l'obiettivo di accertarsi se i soggetti siano o
> meno a conoscenza delle norme di tutela del nome. Richiedendo di esibire i
> titoli corrispondenti (identita' o procura).puo' pertanto verificare che le
> affermazioni fatte nella LAR corrispondano al vero.

Escludo nella maniera piu' categorica che le norme siano cambiate. E'
cambiato il testo della lettera di AR solo per porre far notare
all'utente che il nome a dominio aveva a che fare con le norme di marchi
e nomi; ma tali norme erano applicabili prima come sono applicabili ora,
indipendentemente dal richiamo nella lettera di AR.

Semmai e' proprio vero il contrario. Di fronte a richieste della RA di
poter discrezionalmente sospendere la registrazione di nomi a dominio di
persone fisiche, il CE non solo ha censurato ufficialmente tale
comportamento, ma ha ribadito il fatto che la RA non puo' e non deve
avere alcun controllo di merito sul diritto o meno a registrare un nome,
ma solo un controllo formale circa la rispondenza al vero delle
dichiarazioni riportate sulla lettera di AR.

> Per inciso - ed in maniera analoga - la verifica della  "affermazione del
> registrando" consentirebbe anche alla RA di chiedere di esibire le
> documentazioni dei marchi o servizi. In quest'ultimo caso la verifica e'
> sicuramente piu' complessa e meno "certa" come risultato ed escludo che
> possa mai volerla fare. [a meno che non sia convolta la Fiat...forse :) ]

Non mi pare proprio. I documenti di cui la RA puo' chiedere copia sono
quelli che prima si richiedeva all'utente di spedire. Basta leggere le
discussioni nel CE che hanno accompagnato l'introduzione
dell'autocertificazione per rendersene conto.

Cordiali saluti,


    Enzo Fogliani.


-------------------------->>>  <<<--------------------------
Avv. Enzo Fogliani, via Prisciano 42, 00136 Roma
Tel.:  +39-06-35346935; Fax:  +39-06-35453501
http://www.fog.it/enzo - E-Mail: fog a fog.it



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe