il lupo (quotato in borsa) e l'agnello (che lavora)

Eusebio Giandomenico eusebio a CORELLI.NEXUS.IT
Mer 1 Mar 2000 00:51:31 CET


Concordo, e' solo un pretesto (in quanto azione pretestuosa) e purtroppo
credo che nella comunicazione politica i fatti o le evidenze valgano ben
poco.
Certo che, visto l'ostruzionismo che ha caratterizzato la lista negli
ultimi due mesi (senza offesa non posso considerare diversamente il 90% dei
messaggi di questo periodo), un simile epilogo era quantomeno prevedibile.
Quel che piu' mi rattrista e' che un eventuale intervento politico, del
tipo che qui si paventa, metterebbe definitivamente fuori gioco il NIC
italiano a favore di networksolutions, il che equivarrebbe a vanificare gli
(gia' scarsi) sforzi fatti in sede comunitaria per sostenere la rete
Internet europea, cosa che i nostri politici difficilmente potranno
comprendere, anche se qualcuno riuscisse a far capir loro che col TLD .nu
la NA italiana non c'entra nulla.
Mi resta la convinzione di aver fatto un buon lavoro e la speranza che il
nostro modello (con la sua assoluta aderenza ai principi ed ai trattati
comunitari e non sottoposto ai dettami WIPO) venga adottato, o preso ad
esempio, per la gestione del TLD .eu di cui si inizia a discutere - a
livello politico - solo ora.

At 21:14 +0100 28-02-2000, Maurizio Codogno wrote:
<...>
>A parte il fatto che voglio vedere come fara` Semenzato a togliere a Grauso
>massimodalema.nu, e che sara` divertente vedere il messaggio dell'AGCOM che
>dira` di non sapere nulla di quello che sta succedendo, faccio notare che
>se il governo vuole decidere che Internet e` "cosa sua" puo` usare un
>qualunque pretesto, e questo dei nomi e` appunto un pretesto.

P.S. comunque potremo continuare a tenerci in contatto creando una mailing
list in esilio del tipo ITA-PE a ex-nic-it.nu

&EG



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe