una nuova procedura di arbitrazione?

Maurizio Codogno mau a BEATLES.CSELT.IT
Mar 2 Maggio 2000 14:59:00 CEST


> From: Gianfranco Damasio <dama a altrimedia.it>

> >(7) [uso del dominio] Non solo il Final Report concorda con l'inutilitÓ di
> >indicare nella richiesta di dominio l'uso che si vuole farne,
>
> un campo obbligatorio *uso del nome a dominio*, modificabile nel tempo
> dall'utente e liberamente compilabile [anche con un "non attualmente
> specificabile"] penso possa costituire una informazione utile a posteriori
> in caso di dispute legali.

Nella versione 2.x delle regole di naming infatti c'era, proprio per
dire "non si sa mai, in caso di disputa legale si puo` dire qualcosa..."
Il risultato pratico e` che uno scriveva "per fare un sito web" o
"per gli usi consentiti dalla legge", e quindi non serviva a un tubo.
Seguendo il concetto "evitiamo per quanto possibile le cose inutili"
l'abbiamo tolto...


> indipendentemente dal tipo di uso, personalmente faccio fatica a capire
> perche' fra 2 soggetti aventi stesso diritto di usare uno stesso preciso
> nome a dominio, debba *vincere* colui che tenendolo *solo occupato* lo ha
> registrato prima

Dammi una definizione utilizzabile di "solo occupato" e ne riparliamo.
Ripeto, se avessi voluto chiedere codogno.it semplicemente per avere
l'indirizzo email "scrivi a maurizio.codogno.it" da dare unicamente
alla mia amica del cuore, non vedo perche` qualcuno possa accamparci
diritti sopra.

ciao, .mau.



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe