una nuova procedura di arbitrazione?

Valerio Granato contact a LIVENET.IT
Mer 3 Maggio 2000 14:03:51 CEST


-----Messaggio Originale-----
Da: "Gianfranco Damasio" <dama a altrimedia.it>
A: <ita-pe a na.nic.it>
Data invio: mercoledì 3 maggio 2000 11.21
Oggetto: Re: una nuova procedura di arbitrazione?


> La considero una forma di prenotazione anch'essa.

Nei fatti lo è, ma non puoi stabilire a priori cosa è 'prenotazione'
o meno, a meno di non mettere regole più che precise.
E comunque da queste regole si potrà scappare in più
di un modo. Si deve fare almeno una pagina web e modificarla
ogni tre mesi? Ok, 10 righe di codice, crontab e via.
Almeno 1 email al mese? Come sopra. Come puoi stabilire
che io non volessi effettivamente mandare quelle mail o
visualizzare quelle informazioni?

> Mi sembra che non ci siano problemi a registrare il nome a dominio nel
> momento in cui il progetto e' pronto.

E se il nome se lo prende qualcun altro? Lavoro per due anni
su un progetto e poi scopro di aver buttato il mio lavoro?
Ci sono parecchi progetti che hanno come parte integrante il nome,
quindi si registra il marchio, il nome a dominio, il logo... e quando
si è pronti si parte.

Credo non si possa stabilire la 'quantità di utilizzo' che si fa del nome,
ma solo verificarne l'effettiva funzionalità secondo i vari protocolli
esistenti. E se *una sola* di queste verifiche va a buon fine il nome
deve essere considerato attivo.

Saluti,
Valerio



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe