Norme utili

Maurizio Codogno mau a BEATLES.CSELT.IT
Mar 23 Maggio 2000 19:20:03 CEST


> From: paolo.zangheri a ALTAIR.IT (Paolo Zangheri)

> L'abitudine alla violazione, minima, di norme, percepite come inutili o
> non sufficientemente "protette" reca un danno all'intero sistema
> normativo molto grave.
>
> Nel nostro caso due sono in particolare le norme disattese, quella
> relativa allo spam (che deriva direttamente dalla lettera AR e dalla
> netiquette) e, come alcuni avranno notato ultimamente, la compravendita
> di domini.
>
> Io credo che come NA sia necessara una riflessione in merito.

La mia personale opinione (sto quindi togliendo il cappellino da
Diretur) e` questa:

- per la compravendita di dominii, stabiliamo innanzitutto quando
*non e`* una compravendita (un privato che decide di prendere partita
IVA e spostare il dominio alla sua nuova societa`?) e se e come
si vuole accettare il principio "il nome a dominio puo` aggiungere
valore" (pensiamo a virgilio.it: vogliamo che l'unico modo perche`
la Matrix possa cederlo ad altri sia vendere un ramo d'azienda? Per
me la risposta potrebbe anche essere si`, non ho forti idee a
proposito)

- per la netiquette, se qualcuno riesce a trovare una formulazione
quantitativa accettabile si puo` fare qualcosa, altrimenti temo che
il terreno sia troppo scivoloso. Insomma, chi e` capace a dare una
mano per uscire dal principio sacrosanto "lo spam e` male" ci aiuti!

ciao, .mau.



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe