vendita nomi a dominio - qualche considerazione

Andrea Monti - exec amonti a UNICH.IT
Dom 28 Maggio 2000 08:55:57 CEST


Salve,
vorrei intervenire sulla questione delle "vendite" di nomi a dominio.
Condivido il parere tecnico di Enzo. Il dominio ha acquisito un
valore economico

Non sono d'accordo quando dice che non e' particolramente
rilevante parlare di "vendita" o "uso" perche' questo condiziona
concretamente le forme in cui la NA decidera' di regolare il tutto.

! - sulla cedibilita' di un dominio
Il conflitto irrisolto al nostro interno e all'interno della RA riguarda
essenzialmente se (e se si, fino a che punto) e' opportuno
intervenire su chi scippa abusivamente domini e su chi ne registra
in massa per rivenderli.
Personalmente, non vedo nulla di scorretto nel cedere uno o piu'
domini regolarmente registrati. Per i "furbi" ci sono le procedure
amministrative e la magistratura ordinaria, l'arbitrato e quant'altro.

Visto che la NA si e' espressa per il "tutto a tutti" non mi sembra
coerente adottare regole che pregiudichino la legittima e normale
attivita' delle aziende in buona fede.

2 - sulla natura del dominio
Come ho avuto modo di scrivere, mi pare che un'impostazione
coerente del "cosa sia un dominio" e di come cederlo sia quella di
considerare il tutto come un "diritto di subentro", escludendo
qualsiasi discorso sulla proprieta' (che avrebbe conseguenze
paradossali)
Un caro saluto
Andrea MOnti



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe