vendita nomi a dominio

Alessandro Nosenzo nosenzo a IDEA.IT
Lun 29 Maggio 2000 13:13:03 CEST


At 04.07 27/05/00 +0200, F. Cross wrote:
>481229803398374426442198455156736
>Questo dovrebbe essere il numero di domini possibili .it . Qualcuno ha
>paura che finiscano?
>Auguro alla nostra authority che li finiscano, diverrebbe la prima potenza
>economica del pianeta!
>Internet e` solo un mezzo di comunicazione? E il NASDAQ cos'e`, una fiera
>di paese?
>Il web e` uno spazio da burocratizzare? Si per coerenza con le nostre
>tradizioni!
>Consideriamo il profitto, la speculazione, il commercio come un male o come
>delle molle inevitabili? Allora chiudiamo anche le borse.

Non sarebbe davvero male chiudere tutte le borse. In Brianza, dove abita il
Cavaliere, tutti gia' l'hanno fatto e non ti offrono neppure un caffe'
anche se sono pieni di soldi.:))

>Chi registra troppi nomi va punito? E` necessario obbligare a comunicare
>perche` si registra un dominio? In tutti i campi dalle medicine alle auto
>sono stati accaparrati nomi per i prodotti dei prossimi 100 anni, i marchi
>piu` svariati sono registrati in tutto il mondo senza un utilizzo immediato.
>Un dominio non e` un numero IP, e` un oggetto virtuale unico e` quindi di
>valore unico.
>Esistono due filosofie:
>1) rifiutare il mercato, mettere il nostro contesto in una condizione
>penalizzata rispetto agli altri, burocratizzare, rendere poco trasparente e
>venire in ogni caso raggirati dal mercato, avendo pero` creato poca
>giustizia e molte distorsioni
>2) assecondare il mercato anticipandone le esigenze, creando le condizioni
>per competere al meglio, liberalizzando e portando tutto alla luce del
>sole, definendo poche ma semplicissime regole che intervengano soprattutto
>all'atto della registrazione, definendo regole non piu` castranti degli
>altri pena una nuova ondata di emigrazione (virtuale?).
>Basterebbe un controllo sui marchi gia` registrati al momento della
>registrazione di un dominio.
>Non c'e` nulla da fare gli italiani sono pervasi da smania legiferatrice e
>regolamentatrice, non credibile. In questo paese facciamo le leggi per non
>rispettarle, investiamo energie per aumentare la burocrazia.
>Tra poco dovremo scrivere ogni mese un piccolo temino su ogni dominio da
>noi registrato e inviarlo all'authority e a Passigli; i migliori verranno
>premiati pubblicamente con il titolo di CAVALIERE!!
>E` questo il fantastico segreto della nostra italianita`, della nostra
>unicita`, anche nei domini, che tutto il mondo ci invidia!

Mah, prendo atto della tua opinione e spero che non ti abbiano ritirato il
passaporto cosi' che tu possa apprezzare il bello che trovi nei Paesi
esteri. Se invece ti accontenti dell'Europa vai a fare un giretto in
Francia, in Inghilterra oppure se hai stomaco in Germania o peggio ancora
in Belgio o in Olanda. Poi rifai il confronto con la nostra italianita' e
decidi dove vuoi abitare.
La vera filosofia corretta e' quella di lasciare ciascuno libero di fare
esattamente cio' che crede (consentendo a tutti pero' di avere le
necessarie conoscenze e di non vivere nell'ignoranza) con il limite del
confine della liberta' altrui.
Nessuno deve sindacare che cosa ci fai con i tuoi 3000 dominii ma se
registrandoli ledi la liberta' altrui allora non devi poterlo fare.
Leggere sulla Repubblica (mentre la si usa per lavare i vetri che e' l'uso
migliore di quella carta) che Grauso e' disponibile dietro modesto
"riscatto" a renderti il tuo nome a dominio francamente non mi sembra il
modo corretto di interpretare le norme. All'epoca feci l'esempio delle
tessere telefoniche prepagate: immagina se uno le comprasse tutte (Grauso
non lo fara' mai perche' per comprarle ci vogliono i soldi, purtroppo) e
poi dicesse se vuoi  telefonare paghi a me il riscatto della tessera. Pensi
che la Tim o gli altri sarebbero stati li a guardare. Noi invece abbiamo
una RA che non solo registra i nomi gratis ma non fa nulla di concreto per
incassare il relativo prezzo, questi sono e' vero cavoli loro, ma almeno il
diritto ad un commento possiamo averlo.
Io sono per la liberta' piu' totale ma mi fa ribrezzo vedere che alcuni
senza neppure rischiare del denaro cercano di fare delle speculazioni a
tutto svantaggio della collettivita' che vede Internet sempre e solo come
covo di malfattori e pedofili.
Mi trovi quindi daccordi sul fatto che non si debba assolutamente entrare
nel merito che cosa ci faccia il legittimo proprietario del dominio e
contesto in toto sia la presa di posizione che definisco dittatoriale del
ex-governo che il decreto Passigli, pero' bisogna far notare che i
comportamenti tipo Grauso vanno censurati moralmente e legalmente.
Per il resto se la filosofia che mi ha portato ad investire in Internet
(non tramite la borsa) e' diversa dalla tua cio' non vuole affatto dire che
le tue idee siano sbagliate.
Preciso per la platea che non sono io ad averti scritto in privato e che mi
spiace che tu voglia mantenere l'anonimato, ma vedrai che con i tipi che
circolano in questa lista la tua "querela anomina" te la becchi lo stesso
:))))))))
Saluti.




Alessandro Nosenzo - Business Idea.it Srl
Via Cortelonga, 14/a - 20052 MONZA MI
Tel. +39039320191 Fax +390392302955



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe