Fw: Fw: nomi a dominio e code di attesa

Massimo Grillo grillo a HORUS.IT
Gio 2 Nov 2000 09:16:38 CET


Chiarimenti sulla richiesta di gestione code delle LAR

Gli interventi nelle discussioni sono sempre e comunque ben voluti,
purtroppo mi accorgo che in più di una occasione la comunicazione a mezzo
mail subisce strane amplificazioni e modifiche di interpretazione, forse è
colpa dei routers attraversati dai messaggi - come per le leggende
metropolitane :-) :-)  -
La discussione sui diritti di prelazione (se è giusto definirli così) è nata
da due messaggi che trattavano uno specifico caso, dopodiché si è
trasformata e ha assunto
una forma non voluta e di diversa sostanza; sempre più spesso noto
osservando lo scambio di messaggi via mail, che perdono di carattere e
natura, deviando dal loro originario significato e dal senso che uno vuole
riportare, forse per colpa della capacità di sintesi o della difficoltà che
si incontra nel tradurre il pensiero in scritto; quindi fornisco un senso ai
miei interventi evitando dubbi e distorsioni per i motivi di cui sopra:
Riportare all'origine il tema che si è evoluto, cercare di capire se è il
caso di modificare le procedure di assegnazione DN e in tal caso come,
considerare la possibilità che la circostanza si verifichi esaminando gli
eventi e le casistiche come in un'analisi software di un qualsiasi progetto.
Se si vuole parlare di code di LAR come prassi per i DN, non escludo la
discussione su questo tema, che come lei giustamente ha fatto notare è già
avvenuta e sulla quale sono pienamente d'accordo con quanto da lei esposto,
ma devo riportare all'attenzione la circostanza evidenziata all'inizio del
dibattito - INVIO A BREVE DISTANZA DI TEMPO LAR quando sul DB non compare
nulla in riferimento al DN e risulta LIBERO - e cercare di dargli il giusto
seguito concludendola, evitando che questa venga stravolta dagli eventi e
che quindi la discussione venga abbandonata.


----- Original Message -----
From: "Enzo Fogliani" <fog a fog.it>
To: "Massimo Grillo" <grillo a HORUS.IT>
Cc: <ita-pe a NIC.IT>
Sent: Tuesday, October 31, 2000 7:04 PM
Subject: Re: Fw: nomi a dominio e code di attesa

>
>Massimo Grillo ha scritto:
>>
>> Gent.mo Fogliani,
>> in merito alle sue gradite considerazioni mi permetto di farle notare che
>il
>> principio della discussione risulta deviato dalla sua origine, a tal
>> proposito le allego un precedente messaggio della lista (purtroppo
>l'oggetto
>> delle mail nel proseguimento della discussione è variato più volte e
forse
>> per questo si è perso il senso della discussione).
>
>Mi scuso se il mio intervento e' risultato fuori tema. Mi pareva di
>ricordare che la questione fosse anche la creazione di una coda di LAR.
>
>> se la ditta y invia la LAR successivamente alla ditta x a cui viene
>> assegnato il DN xyz.it, se y riterra di avviare una contestazione e su
che
>> basi, a noi non interessa (personalmente penso che faccia prima nel
>> dirottare la sua scelta su un'altro DN), ma se la ditta z prevale
>> sull'assegnazione del DN perchè la richiesta della ditta y risulta
>respinta
>> anche se il dominio non è mai stato assegnato, in questo caso non vedo la
>> chiarezza delle motivazioni che hanno condotto a tale risultato.
>> anche se rara come eventualità bisogna intervenire e risolvere
>> l'imperfezione delle procedure o no?
>
>Non penso sia una imperfezione, perche nasce da un  problema reale che
>si e' posto (e che la RA ha sottoposto al CE la primavera scorsa).
>Ossia, la RA ha notato che una volta che risultava in registrazione un
>dominio (il che dimostrava l'interesse di qualcuno a quel nome)
>cominciavano ad arrivare moduli o LAR che tendevano ad appropriarsi
>dello stesso dominio nel caso la registrazione del primo richiedente
>fosse fallita, per esempio per errori formali.
>
>Daniele Vannozzi potra' forse essere piu' preciso sulla portata di
>questo fenomeno, che pero' indicava chiaramente la possibilita' di nuovi
>spazi per il cybersquatting. Per questo motivo penso che sia preferibile
>non ammettere l'inserimento di code nel corso delle operazioni di
>registrazione.
>
>Se poi qualcuno e' veramente interessato ad un nome a dominio che e' in
>corso di registrazione, puo' anche fare lo sforzo di tenere d'occhio lo
>stato delle registrazioni per rendersi conto se quella prima di lui e'
>andata a buon fine...
>

Dal suo messaggio e da quello di molti altri, evidenzio l'equivoco, la
circostanza è diversa, nessuna segnalazione sul DB, nessun tentativo di
cybersquatting e quindi per questo motivo e in questo caso (SOLO IN QUESTO),
penso sia preferibile ammettere l'inserimento di code nel corso delle
operazioni di registrazione.
Se poi la "soluzione" si vuole rimandarla alla prontezza dei riflessi
dell'interessato nell'inviare la LAR quando lo stato del DN sul DB si
aggiorna, a causa delle difficoltà tecniche di gestione dell'evento, potrei
comodamente essere d'accordo, ma non sarebbe giusto nei confronti
dell'interessato, anche se poi a lui questa soluzione o la scelta di
un'altro DN potrebbe andar bene.
Ed è per questo che mi sono permesso di definirla "imperfezione", come penso
che ce ne siano altre, nel modo in cui sono presenti in tutte le cose che ci
circondano, di certo non mi aspetto d'incontrare la perfezione sui criteri e
sulle procedure di assegnazione dei DN, con tali presupposti sottopongo alla
lista l'enigma e attendo risposte

Grazie dell'attenzione
Cordiali saluti

Massimo Grillo

>Cordiali saluti,
>
>Enzo Fogliani.
>
>
>> cosa ne pensa?
>> cordiali saluti
>>
>> Massimo Grillo
>>
>> From: "Massimo Grillo" <grillo a horus.it>
>> To: "Daniele Vannozzi" <Daniele.Vannozzi a IAT.CNR.IT>
>> Cc: <ita-pe a na.nic.it>
>> Sent: Tuesday, October 31, 2000 4:17 PM
>> Subject: Re: nomi a dominiio e marchi
>>
>> > mi scuso nuovamente se insisto:
>> > un punto di vista è per sua natura soggettivo, ma il problema oggettivo
>> > persiste, la procedura di assegnazione del dominio essendo quest'ultimo
>> NON
>> > REGISTRATO non può negare l'attribuzione alle successive richieste
>> pervenute
>> > in modo regolare; se il problema è l'invio, il controllo e
l'inserimento
>> > manuale nel DB della LAR, risolveremo in parte (riducendo i tempi di
>tali
>> > operazioni) il problema, ma l'inconveniente persisterà, per oscurarlo
>> > definitivamente è necessario intervenire nelle procedure.
>> > Questo è quello che voglio evidenziare, mi sembra che gli argomenti
>> discussi
>> > siano inerenti agli intenti di questa lista, valutare le eventuali
>> modifiche
>> > o migliorie proposte per i criteri di assegnazione dei DN, nessuno
vuole
>> > amplificare o creare nuove situazioni ingombranti, anzi tutt'altro,
>tutto
>> > ciò che serve a dare maggiore chiarezza  e ottimizzare è ben accetto.
>> > saluti
>> >
>> > Massimo Grillo
>> >
>
>--
>
>    Enzo Fogliani.
>
>
>-------------------------->>>  <<<--------------------------
>Avv. Enzo Fogliani, via Prisciano 42, 00136 Roma
>Tel.:  +39-06-35346935; Fax:  +39-06-35453501
>http://www.fog.it/enzo - E-Mail: fog a fog.it
>



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe