invio lettera

Alessandro Nosenzo ita-pe a NOSENZO.IT
Mar 7 Nov 2000 16:47:15 CET


At 15.55 07/11/00 +0100, Claudio Allocchio wrote:
>Vi invio, come richiesto, la lettera ricevuta.
>Come negli altri casi relativi alle non iscrizioni, la N.A. ha
>semplicemente seguito la sua tradizione: e' da quando esiste che
>considera la presenza all'assemblea, di persona o per delega con raltiva
>presentazione, nonche' la partecipazione attiva alla discussione sulla
>lista, un criterio fondamentale per decidere sulle domande presentate.
>Con le proposte di modifica dello Statuto in discussione, pero', questo
>sistema verra' probabilmente modificato.
>
>Claudio Allocchio
>
>------------------
>
>Egr. Dott. Claudio Allocchio
>Presidente Naming Autority Italiana
>
>Noto con dispiacere, dalla bozza del verbale della N.A allegato al messaggio
>e-mail forwardato il giorno 2 c.m. nella lista ITA-PE, della quale sono stati
>dati accenni in precedenti messaggi, della qual cosa con ritengo sia
>stato fatto
>un corretto utilizzo poich comunque  sempre il verbale definitivo che DEVE
>essere menzionato e non stralci o bozze o altre informazioni non
>ufficiali, che
>il mio nominativo non  stato considerato allĠaltezza per lĠiscrizione alla
>Naming Autority Italiana.
>Anche il metodo adottato per lĠaccettazione delle candidature e quindi
>lĠeventuale inclusione o esclusione da tale organismo, mi ha lasciato
>alquanto
>perplesso e mi chiedo se sia possibile che un ente di tale importanza
>possa, in
>sede di assemblea, utilizzare norme comportamentali che mai sono state
>inserite
>nello statuto, o nel regolamento di attuazione dello stesso, pubblicato
>precedentemente, mentre sulla base di tale documento ufficiale ha
>accettato le
>candidature stesse.

Mentre mi sento di esprimere il mio dispiacere per la Sua mancata
inclusione nella Naming Authority Italiana devo pero' segnalare che i
commenti che sono girati sulla lista a spiegazione di talune decisioni
assunte dall'Assemblea, sono semplici commenti piu' che altro atti a
giustificare che in sede di Assemblea non si e' affatto giudicato il
candidato ma semplicemente si e' accettato chiunque fosse presente di
persona e respinto chi non era presente (anche se con alcune eccezioni).
Non si e' trattato di violazione di norme o statuto ma semplicemente di
democratico voto dell'assemblea.
Personalmente io avrei sempre votato a favore dell'ammissione anche quando
il candidato era assente, ma la mia manina solitaria oltre a non cambiare
le sorti della votazione sarebbe stata imbarazzante. Del resto i motivi di
paura per il numero legale sono gia' stati sollevati.
Sono quindi convinto che la motivazione fornita dal Presidente sia corretta
dal punto di vista formale e che in modo informale si sia anche cercato in
lista di dare la spiegazione delle motivazioni per cui si ritiene che
l'assemblea abbia votato in modo negativo.
Detto questo e' auspicabile una procedura diversa per l'ammissione dei
nuovi membri magari con voto elettronico che e' un'indicazione gia' fatta
alla Task Force che sta rivedendo lo statuto.
Il principio stesso della Naming Authority e' in contrasto con il numero
chiuso in quanto piu' contributi arrivano e meglio e' ed in tal senso anche
il Rotary oramai e' orientato per aumentare le entrate derivanti da quote
associative, non c'e' quindi dubbio sul fatto che le esclusioni siano
motivate dalla libera scelta dei partecipanti all'Assemblea e poco importa
se sull'onda emotiva procurata dalla mancata presenza all'Assemblea.
Come e' gia' stato detto piu' volte l'appartenenza alla NA non e' un
privilegio ma un onere chi vuole contribuire puo' liberamente farlo e senza
ombra di dubbio alla prossima assemblea (che sara' prima di un anno perche'
c'e' da approvare lo statuto) Lei potra' ripresentare la domanda ed io
ritengo che la stessa verra' certamente approvata specie se sara' presente
a sostenere la Sua candidatura con un intervento.
Nel frattempo non si escluda dalle discussioni nella lista perche' sono
sicuro che tutti siano felici di avere anche il Suo contributo alla
discussione.
Quando ai componenti del CE della NA verra' dato uno stipendio come ad un
Parlamentare e la relativa pensione, allora si ' che ci sara' la corsa a
questi incarichi e ci vorra' la raccomandazione per essere eletti, fino ad
allora l'ammissione alla NA e una formalita' come il patentino da
radiotelegrafista su navi concesso a tutti alla sola condizione che
facciano una domanda ed una foto :))
Con i migliori saluti.

Alessandro Nosenzo



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe