Re Re: Carta dei diritti dei minori nelle comunicazioni

Paolo Pomi paolopomi a LIBERO.IT
Mar 7 Nov 2000 22:09:10 CET


----- Original Message -----
From: "Tullio Andreatta" <tullio a logicom.it>
To: <ita-pe a nic.it>
Sent: Monday, November 06, 2000 10:56 AM
Subject: Re: Carta dei diritti dei minori nelle comunicazioni


> Non posso essere d'accordo con te. Il "sentimento e la gioia di stupire e
> stupirsi" non deve *prevalere* sulla "fredda razionalita'": penso invece
> che l'una non deve inquinare l'altra, e viceversa.
>
> Dove occorre razionalita', non si deve usare il sentimento.
> Non si devono fare leggi buone, ma buone leggi.

Sono d'accordo con te ed ho volutamente forzato: in un mio precedente
intervento sul tema ho affermato che il problema non è tanto normativo
quanto di cultura ....

> Secondo te a che cosa e' servito il caos sorto intorno al "telefono
> arcobaleno", a rendere migliore Internet o a mettere ingiustificate
> paure indosso ai meno informati?

Anche qui non posso che essere d'accordo: la difficoltà maggiore è sempre la
comprensione del problema. Questa avviene anche attraverso l'informazione.


> Una dichiarazione come quella di aver segnalato all'autorita' oltre
> ventisettemila siti pedofili mi ha fatto preoccupare molto di piu' dei
> casi di pedofilia denunciati: io, sono dieci anni che uso internet, e
> non credo di essere riuscito a *vedere* ventisettemila siti; questi qui
> chi hanno denunciato ? tutti i siti che apparivano nei motori di ricerca
> cercando "+sesso +bambini" ? tutte le home dei papa' orgogliosi che
> mettono in rete le foto del loro bambino al mare ? tutti i siti che
> denunciano gli abusi derivati dalle ricorrenti caccie alle streghe
> come quella descritta in "Lasciate che i bimbi" (a firma Luther Blisset,
> edita qua e la' in Internet, lettura molto istruttiva - la consiglio a
> quelli che credono a cio' che scrivono i giornali ...) ?

In ogni caso non bisogna abbassare la guardia, quindi ripeto la domanda (ed
è semplicemente una domanda): la N.A. può in qualche modo intervenire in
questo ambito? Se, no: il discorso è ovviamente chiuso. Se sì: beh, allora
(forse) è meglio approfittare.
Grazie

Paolo Pomi - Vicenza



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe