R: invio lettera

Giorgio Migliori giorgio.migliori a AZNET.IT
Mer 8 Nov 2000 10:13:57 CET


Si scriveva:

> -----Messaggio originale-----
> Da: owner-ita-pe a NIC.IT [mailto:owner-ita-pe a NIC.IT]Per conto di
> Alessandro Nosenzo
> Inviato: martedì 7 novembre 2000 16.47
> A: giorgio.migliori a AZNET.IT
> Cc: ita-pe a NIC.IT
> Oggetto: Re: invio lettera
>
>


... omissis....


>
> Mentre mi sento di esprimere il mio dispiacere per la Sua mancata
> inclusione nella Naming Authority Italiana devo pero' segnalare che i
> commenti che sono girati sulla lista a spiegazione di talune decisioni
> assunte dall'Assemblea, sono semplici commenti piu' che altro atti a
> giustificare che in sede di Assemblea non si e' affatto giudicato il
> candidato ma semplicemente si e' accettato chiunque fosse presente di
> persona e respinto chi non era presente (anche se con alcune
> eccezioni).


Carissimo Alessandro Nosenzo,
Mi spiace dover rilevare che, di tutto quanto scritto nella mia lettera
inviata al Presidente, solo questa parte sia stata presa in considerazione.
Io ho esplicitamente detto che accetto la mia "non accettazione" con
serenità e senza problemi, ma ho anche detto che non accetto la
giustificazione della esclusione visto che tale giustificazione esula da
quelle che, per statuto, sono previste dalla NA stessa.

Giudicare l'ammissione di un nuovo affiliato per titoli o per presenza sul
campo credo che sia una differenza sostanziale.

Io non sono bello, aitante, palestrato, abbronzato, ecc. ma forse, "dico
forse" cioè non lo sono effettivamente, grazie a Dio, sono anche
handicappato e quindi non potrò forse mai partecipare alle assemblee, faccio
la domanda 2 giorni prima dell'assemblea stessa e quindi non partecipo
ancora alle discussioni in lista, ma ho un cervello pensante pari a quello
di Einstain o magari sono il nuovo Bill Gate del 3. millennio, ma questo si
può solo notare se sono presente all'assemblea, ma poiche' non sono presente
all'assemblea stessa non sono ammesso.
Ecco il problema.

Quindi chiedo ancora: Ma l'ammissione è per titoli o per presenza fisica?

Non accetto neppure il fatto che per "tradizione" si faccia in modo diverso
da quanto esposto sullo statuto... allora perchè non buttiamo lo statuto?


> Non si e' trattato di violazione di norme o statuto ma
> semplicemente di
> democratico voto dell'assemblea.

Ma l'Assemblea ha valutato per titoli o per presenza? (o per tradizione)
Se l'Assemblea ha votato secondo statuto allora la discussione finisce qui.


> Personalmente io avrei sempre votato a favore dell'ammissione
> anche quando
> il candidato era assente, ma la mia manina solitaria oltre a
> non cambiare
> le sorti della votazione sarebbe stata imbarazzante.

Chiedo scusa ma questa frase mi lascia veramente perplesso.
Io ho sempre difeso le mie ragioni anche se dovevo cantare fuori dal coro...
si vede che in questo coro i solisti sono male accettati. :-)


> Del
> resto i motivi di
> paura per il numero legale sono gia' stati sollevati.

Ma questo è un problema che deve esser risolto dall'assemblea stessa...
quante assemblee sono andate deserte e riconvocate perchè mancava il numero
legale?  una quantità enorme... e allora? che fretta c'era? Più leggo e più
credo che ci sia qualche cosa che non funziona nel sistema.

> Sono quindi convinto che la motivazione fornita dal
> Presidente sia corretta
> dal punto di vista formale e che in modo informale si sia
> anche cercato in
> lista di dare la spiegazione delle motivazioni per cui si ritiene che
> l'assemblea abbia votato in modo negativo.

Ma questo è fuori discussione ormai. L'assemnblea ha votato ed è sovrana...
solo che io continuo a leggere uno statuto diverso da quello applicato.


> Detto questo e' auspicabile una procedura diversa per l'ammissione dei
> nuovi membri magari con voto elettronico che e'
> un'indicazione gia' fatta
> alla Task Force che sta rivedendo lo statuto.

Ma allora è proprio vero che qualche cosa non funziona!!
Se anche il Presidente vuole cambiare qualche cosa vuol dire che le mie
obiezioni sono fondate.


> Il principio stesso della Naming Authority e' in contrasto
> con il numero
> chiuso in quanto piu' contributi arrivano e meglio e'

Si ma fino a quando si valuta solo per presenza e non per titoli, dubito che
questo possa avvenire.


> ed in
> tal senso anche
> il Rotary oramai e' orientato per aumentare le entrate
> derivanti da quote
> associative, non c'e' quindi dubbio sul fatto che le esclusioni siano
> motivate dalla libera scelta dei partecipanti all'Assemblea e
> poco importa
> se sull'onda emotiva procurata dalla mancata presenza all'Assemblea.


Torno a dire che ormai "il dado è tratto" e l'Assemblea ha deciso e quindi
io accetto la mia "esclusione" con serenità ma la mia polemica è per il
futuro... non per il passato.


> Come e' gia' stato detto piu' volte l'appartenenza alla NA non e' un
> privilegio ma un onere

Nel mio caso specifico, ma non credo che possa interessare, non lo
consideravo un privilegio visto anche il fatto che normalmente io distinguo
gli incarichi e le affiliazioni "remunerative" da quelle "a gratis" (ho
decine di incarichi di questo tipo) solo che ormai siamo nell'era telematica
e credevo che la mia esperienza più che decennale sia come hobbista, che
come libero professionista (il tutto esposto nel mio curriculum inviato al
Presidente) potesse essere utile a questa comunità telematica, ma forse mi
sono sbagliato.


> chi vuole contribuire puo' liberamente
> farlo e senza
> ombra di dubbio alla prossima assemblea (che Sara' prima di
> un anno prece'
> c'e' da approvare lo statuto) Lei potra' ripresentare la domanda ed io
> ritengo che la stessa verra' certamente approvata specie se
> sara' presente
> a sostenere la Sua candidatura con un intervento.


Ecco il punto:
Se la mia candidatura, visti i miei titoli, non è stata approvata senza la
mia presenza, mi sembra strano che la stessa candidatura con gli stessi
titoli possa essere approvata con la mia presenza.
Anzi credo che la stessa Assemblea DEBBA rifiutarla altrimenti perderebbe
credibilità!

E' per questo che orma la mia candidatura ritengo che sia bruciata. "Io sono
io sia che sia presente sia che sia scritto su un curriculum".

> Nel frattempo non si escluda dalle discussioni nella lista
> perche' sono
> sicuro che tutti siano felici di avere anche il Suo contributo alla
> discussione.


Certamente.
Starò alla finestra e cestinerò le discussioni sterili cercando partecipare
come "esterno" a quelle costruttive, anche se la passione, dopo questo
inciampo, mi sta un po' passando.

Distinti saluti

Giorgio Migliori
giorgio.migliori a aznet.it



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe