R: invio lettera

Italynet Tech Staff staff a ITALYNETWORK.IT
Mer 8 Nov 2000 15:49:04 CET


Egregio sig. Giorgio Migliori,
mi scusi l'"intrusione" :), ma desideravo commentare la
sua lettera.

>From: Giorgio Migliori <giorgio.migliori a aznet.it>
>To: 'Alessandro Nosenzo' <ita-pe a nosenzo.it>
>Cc: <ita-pe a NIC.IT>; <ITA-PE a NIC.IT>
>Sent: Wednesday, November 08, 2000 10:13 AM
>Subject: R: invio lettera
>

> Si scriveva:
>
> > -----Messaggio originale-----
> > Da: owner-ita-pe a NIC.IT [mailto:owner-ita-pe a NIC.IT]Per conto di
> > Alessandro Nosenzo
> > Inviato: martedì 7 novembre 2000 16.47
> > A: giorgio.migliori a AZNET.IT
> > Cc: ita-pe a NIC.IT
> > Oggetto: Re: invio lettera
> >
> >
>
>
> ... omissis....
>
>
> >
> > Mentre mi sento di esprimere il mio dispiacere per la Sua mancata
> > inclusione nella Naming Authority Italiana devo pero' segnalare che i
> > commenti che sono girati sulla lista a spiegazione di talune decisioni
> > assunte dall'Assemblea, sono semplici commenti piu' che altro atti a
> > giustificare che in sede di Assemblea non si e' affatto giudicato il
> > candidato ma semplicemente si e' accettato chiunque fosse presente di
> > persona e respinto chi non era presente (anche se con alcune
> > eccezioni).
>
>
> Carissimo Alessandro Nosenzo,
> Mi spiace dover rilevare che, di tutto quanto scritto nella mia lettera
> inviata al Presidente, solo questa parte sia stata presa in
considerazione.
> Io ho esplicitamente detto che accetto la mia "non accettazione" con
> serenità e senza problemi, ma ho anche detto che non accetto la
> giustificazione della esclusione visto che tale giustificazione esula da
> quelle che, per statuto, sono previste dalla NA stessa.
>

Considero positiva la sua iscrizione, ma vedo alcuna violazione dello
statuto nella sua non accettazione a far parte della NA, il che non vuol
ovviamente dire non ne potra` far parte in futuro.

L'art. 5 par. b) recita che l'ammissione avviene per votazione semplice
dell'assemblea. Questa c'e` stata, lei non e` stato ammesso, punto.

Non ero presente all'assemblea, ma qualunque siano le motivazioni
adottate la decisione e` stata presa.

>
> Giudicare l'ammissione di un nuovo affiliato per titoli o per presenza sul
> campo credo che sia una differenza sostanziale.
>

E` opinabile - e francamente sono daccordo -  ma la NA non e` un ente
"rigido",
e si parla sempre di revisione dello statuto. Decidere quali titoli siano
sufficienti per l'ammissione e inserire tale norma nello statuto e` pero`
esclusivo compito della NA, non puo` essere una sua opinione
(ma forse ho capito male quello che intendeva dire), anche se la sua
opinione verra` ovviamente valutata - come ALTRE opinioni.

> Io non sono bello, aitante, palestrato, abbronzato, ecc. ma forse, "dico
> forse" cioè non lo sono effettivamente, grazie a Dio, sono anche
> handicappato e quindi non potrò forse mai partecipare alle assemblee,
faccio
> la domanda 2 giorni prima dell'assemblea stessa e quindi non partecipo
> ancora alle discussioni in lista, ma ho un cervello pensante pari a quello
> di Einstain o magari sono il nuovo Bill Gate del 3. millennio, ma questo
si
> può solo notare se sono presente all'assemblea, ma poiche' non sono
presente
> all'assemblea stessa non sono ammesso.
> Ecco il problema.
>
> Quindi chiedo ancora: Ma l'ammissione è per titoli o per presenza fisica?
>

L'ammissione e` - ribadisco - a votazione per maggioranza semplice della
assemblea. Se un suo membro non e` favorevole, anche per motivi personali
o perche' lei gli sta antipatico, il suo voto non lo dara`. Il presidente,
in base
allo statuto, relaziona all'assemblea e propone, e solo l'assemblea decide.

Fra l'altro, questa si chiama "democrazia" :)

Per la stessa democrazia, la NA stessa puo` revisionare il suo statuto, se
ritiene di aver fatto "cappellate" o non aver sufficientemente considerato
una situazione: ha i mezzi ed il potere per fare cio`.

Il fatto che lei possa essere il nuovo Bill Gates - ma sinceramente non
glielo auguro, preferisco pensare lei sia il nuovo Einstein .) - non puo`
essere valutato dalla NA direttamente senza un contributo. Il senso della
motivazione e` questo.

> Non accetto neppure il fatto che per "tradizione" si faccia in modo
diverso
> da quanto esposto sullo statuto... allora perchè non buttiamo lo statuto?
>
>
> > Non si e' trattato di violazione di norme o statuto ma
> > semplicemente di
> > democratico voto dell'assemblea.
>
> Ma l'Assemblea ha valutato per titoli o per presenza? (o per tradizione)
> Se l'Assemblea ha votato secondo statuto allora la discussione finisce
qui.
>

CERTO che l'assemblea ha votato secondo statuto. Ma scusi, se nello statuto
NON c'e` una norma che dice "sono ammessi alla NA, su loro richiesta, i
soggetti che hanno i seguenti titoli: ...", non si puo` ovviamente accettare
una
richiesta su tali basi. E se la NA verra` a capo della valutazione per certi
titoli,
ritenendoli sufficienti, tale modifica verra` sicuramente messa nello
statuto.

>
> > Personalmente io avrei sempre votato a favore dell'ammissione
> > anche quando
> > il candidato era assente, ma la mia manina solitaria oltre a
> > non cambiare
> > le sorti della votazione sarebbe stata imbarazzante.
>
> Chiedo scusa ma questa frase mi lascia veramente perplesso.
> Io ho sempre difeso le mie ragioni anche se dovevo cantare fuori dal
coro...
> si vede che in questo coro i solisti sono male accettati. :-)
>

"Democrazia": ognuno ha il diritto di dire cio` che pensa. Questa e`
l'opinione del sig. Nosenzo. Come la replica e` una sua opinione.

>
> > Del
> > resto i motivi di
> > paura per il numero legale sono gia' stati sollevati.
>
> Ma questo è un problema che deve esser risolto dall'assemblea stessa...
> quante assemblee sono andate deserte e riconvocate perchè mancava il
numero
> legale?  una quantità enorme... e allora? che fretta c'era? Più leggo e
più
> credo che ci sia qualche cosa che non funziona nel sistema.
>

Concordo, c'e` ancora molto da lavorare. La perfezione "addavveni`" :)

> > Sono quindi convinto che la motivazione fornita dal
> > Presidente sia corretta
> > dal punto di vista formale e che in modo informale si sia
> > anche cercato in
> > lista di dare la spiegazione delle motivazioni per cui si ritiene che
> > l'assemblea abbia votato in modo negativo.
>
> Ma questo è fuori discussione ormai. L'assemnblea ha votato ed è
sovrana...
> solo che io continuo a leggere uno statuto diverso da quello applicato.
>

Ancora non capisco. Ribadisce che l'assemblea ha violato lo statuto della
NA,
ma forse sono io che ho perso dei passaggi: mi spiega quale violazione
c'e` stata? Se c'e` stata, e` grave: la decisione non puo` essere avvallata.

>
> > Detto questo e' auspicabile una procedura diversa per l'ammissione dei
> > nuovi membri magari con voto elettronico che e'
> > un'indicazione gia' fatta
> > alla Task Force che sta rivedendo lo statuto.
>
> Ma allora è proprio vero che qualche cosa non funziona!!
> Se anche il Presidente vuole cambiare qualche cosa vuol dire che le mie
> obiezioni sono fondate.
>

Certo che sono fondate, ma non come obiezioni. Semmai come
opinioni. L'ho gia` detto: nessuno e` perfetto.

>
> > Il principio stesso della Naming Authority e' in contrasto
> > con il numero
> > chiuso in quanto piu' contributi arrivano e meglio e'
>
> Si ma fino a quando si valuta solo per presenza e non per titoli, dubito
che
> questo possa avvenire.
>
>
> > ed in
> > tal senso anche
> > il Rotary oramai e' orientato per aumentare le entrate
> > derivanti da quote
> > associative, non c'e' quindi dubbio sul fatto che le esclusioni siano
> > motivate dalla libera scelta dei partecipanti all'Assemblea e
> > poco importa
> > se sull'onda emotiva procurata dalla mancata presenza all'Assemblea.
>
>
> Torno a dire che ormai "il dado è tratto" e l'Assemblea ha deciso e quindi
> io accetto la mia "esclusione" con serenità ma la mia polemica è per il
> futuro... non per il passato.
>
>
> > Come e' gia' stato detto piu' volte l'appartenenza alla NA non e' un
> > privilegio ma un onere
>
> Nel mio caso specifico, ma non credo che possa interessare, non lo
> consideravo un privilegio visto anche il fatto che normalmente io
distinguo
> gli incarichi e le affiliazioni "remunerative" da quelle "a gratis" (ho
> decine di incarichi di questo tipo) solo che ormai siamo nell'era
telematica
> e credevo che la mia esperienza più che decennale sia come hobbista, che
> come libero professionista (il tutto esposto nel mio curriculum inviato al
> Presidente) potesse essere utile a questa comunità telematica, ma forse mi
> sono sbagliato.
>

Non credo si sia sbagliato. Semplicemente, non era valutabile. O non era
simpatico a qualcuno. O altro. Continui a proporre, discuta con tutti i
membri
in lista: ogni partecipazione e` auspicabile a mio avviso. E valuto
positivamente la sua discussione "per il futuro". Ma mi sembra che lei
continui a rimarcare su "il passato"...

Conosco persone che hanno curriculum invidiabili. Ma non in base a questo,
o non solo, attualmente viene decisa l'ammissione. Sempre secondo lo
statuto che, come gia` detto, e` in continua discussione.

>
> > chi vuole contribuire puo' liberamente
> > farlo e senza
> > ombra di dubbio alla prossima assemblea (che Sara' prima di
> > un anno prece'
> > c'e' da approvare lo statuto) Lei potra' ripresentare la domanda ed io
> > ritengo che la stessa verra' certamente approvata specie se
> > sara' presente
> > a sostenere la Sua candidatura con un intervento.
>
>
> Ecco il punto:
> Se la mia candidatura, visti i miei titoli, non è stata approvata senza la
> mia presenza, mi sembra strano che la stessa candidatura con gli stessi
> titoli possa essere approvata con la mia presenza.
> Anzi credo che la stessa Assemblea DEBBA rifiutarla altrimenti perderebbe
> credibilità!
>

Questa, me lo permetta e mi scuso, a mio parere e` una fesseria.

> E' per questo che orma la mia candidatura ritengo che sia bruciata. "Io
sono
> io sia che sia presente sia che sia scritto su un curriculum".
>
> > Nel frattempo non si escluda dalle discussioni nella lista
> > perche' sono
> > sicuro che tutti siano felici di avere anche il Suo contributo alla
> > discussione.
>
>
> Certamente.
> Starò alla finestra e cestinerò le discussioni sterili cercando
partecipare
> come "esterno" a quelle costruttive, anche se la passione, dopo questo
> inciampo, mi sta un po' passando.
>

Non si faccia "passare" la passione... E` grazie a questa che la NA puo`
essere efficace. Se dipendesse solo da me, imporrei di votare le ammissioni
valutando la passione come requisito fondamentale: nessuno ci da` una
lira, perdiamo tempo - per molti di noi il tempo e` denaro sonante - e
tutto magari per vedere articoli di giornale che riportano fuorvianti, o
peggio aspre, critiche sul nostro lavoro.

"Molti nemici, molto onore?" :)


> Distinti saluti
>
> Giorgio Migliori
> giorgio.migliori a aznet.it
>

Questa e` la mia sola opinione. Nella speranza di essere riuscito
anche a chiarirle alcuni dubbi, la saluto cordialmente.

Raffaele Gariboldi

/*------------------------------------------
    Italynet s.r.l.
    Via S. Andrea 26
    I-51100 Pistoia
    Tel. (+39) 0573 975841
    http://www.italynetwork.it/
    info a italynetwork.it
------------------------------------------*/



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe