R: SPAM: Fw:: Un "sondaggio" e 7 buone azioni...

Quixe snc quixe a QUIXE.COM
Gio 16 Nov 2000 23:10:59 CET


Non discuto sul "From", già piu' voci hanno detto che non conta piu' di
tanto, visto che il dominio pubblicizzato è un "it". Vedo solo che tutta
l'Italia connessa (quelli almeno consapevoli di cosa è uno spam) sta
protestando a gran voce ed urla all'indecenza, ed io mi associo.

Credo che una posizione ufficiale da parte di questo organo tecnico sia
richiesta sia dal pubblico oltrechè da molti dei membri NA: ne va della
credibilità di questa Assemblea, già piu' volte messa in discussione.
Oltretutto vi è recidività!

Io sarei per la revoca del dominio, unico provvedimento adottabile (la
sospensione infatti non si applica a questo caso anche se come pena potrebbe
essere piu' adeguata) sulla base dell seguente motivazione:

Secondo le Regole si applica la:

11.2 Revoca d'ufficio
La RA revoca d'ufficio l'assegnazione di un nome a dominio nei seguenti
casi:
venuta meno degli elementi oggettivi e soggettivi che hanno determinato la
assegnazione di un nome a dominio nel ccTLD "it", ove previsti;

ed essendo scritto nelle Regole anche che:

Il richiedente deve inoltre dichiarare di conoscere i principi fondamentali
di utilizzo delle risorse e della rete Internet, di avere preso visione
delle norme predisposte dalla NA e dei principi espressi nel documento
"Netiquette" (disponibile presso la NA) e di impegnarsi a rispettarli.

In questo caso il mancato rispetto dei principi espressi nel documento
"Netiquette" può essere considerato come venuta meno di uno degli elementi
che hanno determinato l'assegnazione, ossia il mancato rispetto dell'impegno
sottoscritto mediante la lettera di AR , dunque si applica:

13.3 Mancata presentazione di documentazione.

Nei casi in cui:
(...omissis...)
emerga la non rispondenza al vero delle dichiarazioni effettuate dal
richiedente;
e' facolta' della RA revocare l'assegnazione del nome a dominio.

La lettera di AR riporta quindi dichiarazioni non rispondenti al vero, in
quanto l'impegno di rispettare la netiquette è stato disatteso.

Questo il mio parere, anche se non sono un avvocato.
Da utente dico: basta.
Da membro NA dico : le regole ci sono, facciamole rispettare e senza farsi
intimorire dal potere politico e dai poteri forti in genere, tendenza che ,
purtoppo, mi sembra di avere già notato a piu' riprese.

Cordiali saluti

Lapo Sergi
www.quixe.it



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe