Al Senato parte l'esame del ddl Domini.

Alfredo E. Cotroneo alfredo a NEXUS.ORG
Sab 18 Nov 2000 10:19:15 CET


At 09:23 18/11/2000 +0100, you wrote:
>Una sola nota ad Alfredo:
>
> > Riporto un brano che mi pare di totale disconoscimento del ruolo e del
> > lavoro sinora svolto della Naming Authority e che identifica la nuova
> > Anagrafe col CNR. Cio' apparentemente eliminerebbe con un colpo basso la
> > possibilita' eventuale di spostare la RA presso latra sede o di istituite
> > multiple RA e di fatto sancirebbe la nullita' della NA come ente normatore
> > nei confronti della costituenda "Anagrafe" :
>
>Indubbiamente avere l'Anagrafe indicata per legge presso il CNR rende
>impossibile spostarla se non cambiando la legge, e dalla lettura della
>sessione e` chiaro che - se mai ci fosse un ente normatore - non sarebbe la
>NA come ora ma al limite i "manteiners" (sic) e i "providers" potrebbero
>essere gentilmente invitati ad assistere ai lavori.
>
>Pero` non riesco a capire perche` non si potrebbero avere multiple RA.
>Continuo a dire che il Registro (registry) e` uno e uno solo per ottime
>ragioni tecniche... poi ci possono essere piu` enti che ci possono operare
>esattamente come con NSI e i registrar.

Si' ci avevo pensato anch'io in prima battuta :-) **In teoria** se la legge
non dice nulla in contrario, dovrebbe essere possibile.

Tuttavia, in altri casi analoghi dei quali ho esperienza diretta in materia
di telecomunicazioni, il fatto che la legge non dica nulla e' stato
interpretato dai Ministeri e Organi dello Stato come un "non si puo' fare",
se un'altra legge non lo autorizzi e regolamenti esplicitamente. D'altra
parte se lo Stato si arroga il diritto di regolamentare anche il registro,
ti spetteresti che ti lasci la liberta' di "regolamentare" i "registrar" ?
Dubito fortissimamente, poi che il CNR (di fatto ente statale) ti dia
questa liberta' senza una legge apposita e senza il riconoscimento della NA
come ente normatore.

Mi sembra pero' di cogliere un fatto di non secondaria importanza : il
fatto che il CNR acquisti acquisti ex-lege un ruolo di monopolio nella
registrazione (come unico Registry e come registrar), ruolo che
teoricamente potrebbe essere ricoperto da chiunque (vedi ad esempio la
possibilita' di avere piu' "registrar" per la firma elettronica). Il mio
modestissimo parere e' che le "scuse" tecniche addotte dalla RA finora a
bloccare la possibilita' di molteplici registar per il .it  sono solo scuse.

Lancio una proposta : e se inoltrassimo un ricorso ante-tempore al Garante
della Concorrenza per la posizione di monopolio del CNR/NA nella
registrazione dei domini ? Forse riusciremmo a far inserire la possibilita'
dei multipli registrars nella legge.

E se per assurdo con un colpo di mano votassimo alla NA di trasferire la NA
e RA in Svizzera, che potere avrebbe questa legge di cambiare i root name
server per ri-puntare al CNR ?  :-))

Apprestiamoci allo scioglimento della NA. Se avessimo votato Passigli
presidente della NA avremmo avuto una chance, almeno di poter discutere e
"assistere ai lavori" ;-)

Ciao,

Alfredo



--
Alfredo E. Cotroneo                  PO Box 11028, 20110, Milano, Italy
Phone: +39-335-214-614 (try first) / +39-02-266-6971
email: alfredo a nexus.org                          fax: +39-02-706-38151



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe