DDL Passigli: ottimo punto?

Italynet Tech Staff staff a ITALYNETWORK.IT
Lun 20 Nov 2000 10:58:26 CET


> From: DANIEL HAZAN <d_hazan a MODIANO.COM>
> Ritengo che la proposta di legge Passigli sia un ottimo punto di partenza.
> Infatti per la prima volta si rende chiaro che i discorsi tipo "libera
> repubblica di Internet" non hanno senso. Il sistema non può prescindere
dal
> Codice Civile e dalle leggi a tutela della proprietà industriale. Tra
> l'altro, fino a che il sitema non verrà regolamentato (non vuol dire
> tiranneggiato), le varie regole di naming o registrazione hanno lo stesso
> valore dei regolamenti di un circolo del tennis. Ciò non avvantaggia
> nessuno, neppure chi pensa in modo secondo me un po' miope, che l'assenza
> di regolamentazione sia la pancea di tutti i mali. Chiunque può incappare
> in qualche problema ed in questo caso è meglio essere tutelati dalle leggi
> che stare in una situazione da far west (ricordiamo che il far-west delle
> frequenze televisive alla fine ha avvantaggiato i più forti
(RAI-FININVEST)
> che si sono fatti poi fare una legge su misura.  Tutti gli altri sono
> spariti o sono stati ridotti a ruoli di comprimari).
> Sono d'accordo che le varie authorities non possono farsi carico di
> controllare se un nome di dominio viola diritti altrui. Tuttavia penso che
> da qui a vagheggiare la deregulation più spinta ci possano e ci debbano
> essere delle vie di mezzo.

Credo ci siano "misunderstood" classici in questo commento.

1) Il sistema E' regolamentato, lo e' da eoni - mi si passi l'iperbole.

2) Il sistema DEVE prescindere dal codice civile e dalle leggi,
qualunque, in quanto il sistema e' MONDIALE. Sono i cittadini
che si devono attenere alle leggi.

3) Le regole di naming ed altro hanno valore. Ricordo che c'e'
gente che ci lavora da decenni, prima che molti di noi sapessimo
di cosa si trattava. Se non ci affidiamo a queste persone per
creare le regole, a chi ci dobbiamo rivolgere? Siano pure i
vecchi maestri di tennis, ma i campi li conoscono a memoria...

4) Il far-west frequenze televisive si e' applicato all'Italia,
e lo si e' potuto fare. Con internet NON si puo' fare: qualunque
legge italiana cercasse di regolamentare (anche in buonafede)
la Internet non avrebbe valore fuori Italia; qualunque legge
EU non avrebbe valore fuori della comunita'. Risultato: io vado
ad aprire una web farm a Singapore, voi fate come vi pare :)

5) Un nome a dominio, ma questa e' solo la mia opinione,
non viola per principio alcun diritto, essendo espediente meramente
tecnico. Se uno crede che il diritto sia violato, la legge attuale
lo tutela sufficientemente.

Cordiali saluti,
Raffaele Gariboldi

/*------------------------------------------
    Italynet s.r.l.
    Via S. Andrea 26
    I-51100 Pistoia
    Tel. (+39) 0573 975841
    http://www.italynetwork.it/
    info a italynetwork.it
------------------------------------------*/



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe