La discussione sul DDL sui nomi a dominio

Wincom ariosto a WINCOM.IT
Mer 22 Nov 2000 12:21:23 CET


At 10.04 22/11/00 +0100, Claudio Allocchio wrote:


>Invece ha perfettamente senso ed e' addirittura "inutile scriverlo" se
>volessimo essere pignoli... perche se un soggetto sottoposto
>all'ordinamento italiano commette un qualcosa contrario alle leggi
>italiane che tutelano un nome (ad esempio registra un nome sotto "net" ed
>utilizza questo nome per una azione di concorrenza sleale) la sua azione
>e' comunque una violazione della legge. Bisogna pero' scrivere le varie
>clausole in modo che siano applicabili al fatto che i nomi a dominio sono
>globali ed internazionali... mica facile...


In questo caso, bisognerebbe escludere l'effetto del comma 3 sui "nomi di
Comuni, Province e Regioni": fiat.net potrebbe essere un mezzo di
concorrenza sleale nei confronti della Fiat, ma non credo che roma.net
possa costituire concorrenza sleale nei confronti del Comune di Roma...

Cordiali saluti a tutti.
Gian Carlo Ariosto



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe