art.1 lett. d) DDL Passigli

Manlio Cammarata m.cammarata a INTERLEX.IT
Dom 26 Nov 2000 16:46:47 CET


Sunday, November 26, 2000, 11:39:32 AM, you wrote:

>> From: Manlio Cammarata <m.cammarata a interlex.it>

>>....

mbci> In quest'ultimo anno penso di avere capito che una qualsivoglia
mbci> regolamentazione dei dominii non puo` prescindere da una serie di
mbci> principi gia` esistenti nell'ordinamento italiano.

Appunto.
mbci>
mbci> Pero` non ho ancora capito perche` non e` possibile fare una legge che dica
mbci> "la disciplina dell'assegnazione di nomi a dominio viene regolata dalle
mbci> norme delle leggi xxx/xx  e yyy/yy, e successive modificazioni. Ulteriori
mbci> applicazioni sono rimandate a un regolamento attuativo".

Perché succederebbe questo: Tizio registra un nome a dominio che corrisponde o
assomiglia al marchio di Caio. Caio va dal giudice e dice che Tizio non ha
diritto di usare quel nome. Tizio replica che l'uso di quel nome rientra nella
libertà di espressione (vedi anche ultimo messaggio di Mario). Caio dice: ma in
questo modo la mia attività è danneggiata, perché c'è gente che va sul tuo sito
convinta di trovare il mio. E il giudice gli dà ragione, perché la legge
marchi, il codice civile ecc. gli assicurano l'uso esclusivo di quella
denominazione, nell'ambito in cui è nota o è stata registrata.
Ora tu dici: per i nomi a dominio facciamo una regola diversa. Bene, succede
che il giudice si trova con due norme in conflitto, quella sui marchi che dà
ragione a Caio e quella sui domini che dà ragione a Tizio. Oppure il primo
giudice dà ragione a uno e il giudice di appello all'altro. Il tutto va a
finire in Cassazione (ma non volevamo una procedura rapida?)...

Se invece, come i giudici hanno più volte stabilito, ai nomi a dominio si
applica la normativa esistente, tutto si semplifica e le procedure arbitrali
hanno un riferimento preciso, per cui si può fare in fretta.
In astratto la posizione che vuole le regole sui domini diverse da quelle sui
marchi ha molte ragioni dalla sua, ma in pratica si creerebbe un contenzioso
infinito.

Su un punto hai ragione: la legge deve dare solo i principi essenziali, i
dettagli sono da affidare ai regolamenti.

Manlio

----------------------
dr. Manlio Cammarata
InterLex
http://www.interlex.it
----------------------



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe