La vera portata del nuovo art. 13.3

Claudio Allocchio Claudio.Allocchio a ELETTRA.TRIESTE.IT
Dom 15 Ott 2000 23:49:16 CEST


Buon giorno a tutti,

come ha chiaramente spiegato il Direttore del CE, la modifica e' stata
fatta per permettere la trattazione di casi ben precisi e specifici, ma
non e' certo possibile in modo semplice e senza creare "categorie di
richiedenti" dare una lista di soli casi particolari.

Non mi risulta che l'interpretazione da dare al nuovo articolo sia quella
data da Enzo Fogliani, e non mi risulta che questa fosse l'interpretazione
che la richiesta della RA intendeva attuare.

Quindi, se trovate il modo di dare una "definizione migliore" che
risponda al senso della modifica apportata (permettere nei casi che piu'
fanno sospettare sulla veridicita' della autocertificazione una verifica
piu' approfondita PRIMA dell'attivazione tecnica del nome a domini, e
sotto la piena responsabilita' della RA che poi ne risponde alla NA), si
puo', come ovvio, chiedere di porre il veto alla decisione del CE. Il
problema di trattare questi casi (pochi per fortuna) esiste e quindi il
CE ha stabilito questa forma, dando la discrezionalita' alla RA di agire
in certi casi, ma anche dando alla RA la piena responsabilita' delle
proprie azioni in questi casi, azioni di cui deve rispondere e
giustificare l'operato alla NA.

Non mi sembra quindi che vi sia una situazione cosi' drammatica come
prosepttato nella richiesta. Vi invito a leggereil verbale (appena verra'
inviato alla lista) che sicuramente chiarira' molte cose.

Claudio Allocchio



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe