discrezionalita' per la R.A.

Maria Luisa Buonpensiere buonpensiere a TIN.IT
Mer 18 Ott 2000 11:38:49 CEST


At 20.14 17/10/00 +0200, Franco Denoth wrote:
>
>- per completezza di informazione, la  RA ha usato la sua
>"discrezionalita'", come previsto dal punto 13.3, in circa 200 casi su
>270.000 domini registrati nel 2000, e precisamente per:
>
>- nomi a dominio riconducibili a nomi e cognomi di persona non richiesti
>dalla stessa persona fisica o da un suo delegato;
>- nomi a dominio corrispondenti a organismi istituzionali;

Apparentemente cio' sembrerebbe contrastare con quanto affermato invece da
Bruno Piarulli:

> Noi, e credo anche diversi colleghi/concorrenti, abbiamo gia' sperimentato
> sulla nostra pelle la discrezionalita' della RA, e non ci e' piaciuto. Non
> ci e' piaciuto quando la RA, ad esempio, aveva deciso che per **tutte** le
> richieste provenienti dall'estero fosse necessario produrre la
> documentazione. Tutte. Li' almeno i domini venivano registrati, e diventava
> solo lavoro extra per noi dover ricontattare tutti i clienti spiegando loro
> che dovevavo ecc. ecc.

Tanto per avere dati piu' precisi su cui valutare, sarebbe opportuno che:

1) la RA ci comunicasse quanti domini ha registrato per soggetti non italiani;
2) A quanti di questi assegnatari non italiani ha poi chiesto la verifica
della documentazione.

Bruno Piarulli, da parte sua, potrebbe fornirci gli stessi dati relativi ai
domini stranieri registrati dalla sua societa'

Grazie in anticipo per la collaborazione e cordiali saluti a tutti.

Maria Luisa Buonpensiere

---------------------
Avv. Maria Luisa Buonpensiere
e-mail: buonpensiere a tin.it



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe