Separazione dei poteri

Maurizio Codogno mau a BEATLES.CSELT.IT
Ven 20 Ott 2000 15:42:05 CEST


Provo a spiegare il concetto che avevo (e ho) in testa quando
ho scritto il comma sull'incompatibilita` degli incarichi.

- la NA e` composta da tutti coloro che hanno un interesse sui
dominii. E` insomma la nostra "popolazione di riferimento".
- tra queste persone, ce ne sono alcune che vogliono dare un contributo
piu` materiale: lo possono fare facendo il presidente della NA,
entrando a fare parte del Comitato esecutivo, entrando nelle liste
degli arbitri, o facendo i saggi. (Lo so, non e` necessario essere
iscritti alla NA per fare il saggio, ma all'atto pratico sono comunque
interessati ai dominii)
- perche` una di queste persone deve volere fare tutto, mischiando
cappelli con competenze "legislative" e "giudiziarie"?

A differenza di Ignazio, io troverei al limite possibile che
l'ente conduttore possa fare parte del CE, al limite senza diritto
di voto, ma continuo a ritenere che un saggio non debba esserlo.

Noto tra l'altro che casualmente continuo ad essere tacciato di
antidemocraticita`. Come Ignazio ha fatto notare, il principio di
incompatibilita` esiste anche nell'ordinamento italiano. Inoltre non
e` certo una cosa definitiva, ma vale solo per il periodo in cui
ci sono due cappelli NA sulla stessa persona. La proposta e` infine
stata resa pubblica spero con sufficiente anticipo (in questi giorni
avevo altro cui pensare...) per dare modo a chi e` piu` bravo di
me a fare il legislatore di metterla in un formato piu` accettabile:
non ho aspettato l'assemblea per buttarla li` a bruciapelo.

(e non sapevo che fare il saggio fosse "un lavoro", tra l'altro.
Per me e` semplicemente un incarico)

E non ce l'ho ne` con Fogliani ne` con Mazzucchi ne` con chiunque
altro: a me quello che importa e` il principio, e l'assemblea
potra` decidere se e` d'accordo o no con questo mio principio.
Occhei?

ciao ,.mau.



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe