Proposte di modifiche allo statuto - art. 16

Maurizio Codogno mau a BEATLES.CSELT.IT
Dom 22 Ott 2000 18:05:53 CEST


> Sull'art. 16, una prima considerazione. A mio avviso, l'articolo
> funziona e bene.

A mio avviso, invece, non e` funzionato bene, a meno che non intendi
che le riunioni con quattro persone per formalizzare una risposta
siano "bene". (Queste riunioni erano formalmente corrette,
ovviamente)


> >    Chiunque puo' sottoporre al comitato esecutivo questioni. Dette
> > questioni devono essere presentate al comitato via posta elettronica e
> > indicate chiaramente come tali, e sono pubblicate sulla rete (sulla
> > lista ITA-PE e su una apposita pagina web) a cura del direttore del
> > comitato.
>
> Aggiungere che le richieste devono essere pubblicate su apposita pagina
> web aggiunge solo lavoro al presidente e mi sembra inutile.

Ho scritto *direttore*, non *presidente*. Tecnicamente, poi, il lavoro
sarebbe praticamente nullo (basterebbe un gateway mail-to-web
e un Cc: ad un indirizzo email apposito), e permetterebbe di vedere
molto velocemente quali sono le domande, mentre adesso nell'enorme
pentolone di ITA-PE sono sperse.

> (Sarebbe
> bastato che fossero effettivamente pubblicate sulla lista quando
> dovevano esserlo).

Mi fai un esempio di proposta chiesta al CE ai sensi dell'articolo
16 e non pubblicata?

> >    Il comitato esecutivo deve dare una risposta a tali questioni non
> > prima di 7 (sette) giorni e non oltre 15 (quindici) giorni dalla
> > pubblicazione della richiesta, tenuto conto dei suggerimenti pervenuti
> > nel frattempo. Non e` necessaria una riunione del comitato esecutivo per
> > procedere alla risposta.
>
> Come fa il comitato esecutivo a decidere se non si riunisce? o decide il
> Direttore usando il plurale majestatis? I tempi poi sono troppo stretti,
> sia per la discussione sulla lista che per le convocazioni del comitato
> esecutivo.

Il punto e` esattamente questo. NON VOGLIO una convocazione formale del
CE. Ricordo che il CE e` nato (anche se qua gli assolutisti hanno
cambiato idea) per occuparsi soprattutto dell'ordinaria amministrazione.
C'e` stato un tentativo di votazione elettronica miseramente abortito,
e ho preferito per il quieto vivere evitare ulteriori esperimenti:
ma adesso e` passato un anno, ci sara` un nuovo CE e soprattutto il
sistema di votazione elettronico puo` essere stabilito in anticipo,
soprattutto per capire se chi non risponde al voto vota favorevole,
contrario o altro.


> >    E' possibile per un gruppo di persone iscritte alla lista "NA"
> > proporre una modifica alle regole di naming. Tale proposta deve essere
> > presentata da un numero di persone pari almeno a 15 (quindici) e che siano
> > almeno un decimo del numero dei partecipanti all'ultima assemblea
> > validamente costituita. Il comitato esecutivo ha 30 (trenta) giorni di tempo
> > per recepire la proposta, oppure preparare una controproposta. In
> > quest'ultimo caso, se nei 10 (dieci) giorni successivi il numero di voti a
> > favore della proposta originaria supera del doppio quello a favore della
> > proposta del comitato esecutivo, verra` approvata la prima proposta, a meno
> > di convocazione di un'assemblea.
>
> Mi sembra demagogico, irragionevole e antidemocratico. Il CE e' visto
> come il sovrano cui ITA-PE deve sottoporre richieste di leggi popolari,
> con il CE che decide se accoglierla o meno...

Anche la e-solv mi aveva tacciato di antidemocraticita`.... :-)
Ad ogni modo, ricordo che in Italia con 50000 firme e` possibile
proporre un'iniziativa di legge popolare, che deve venire esaminata
dal parlamento, ed eventualmente modificata. Quindi dalle tue parole
in realta` abbiamo una monarchia in Italia...
Mi sono dilungato su tutta la procedura perche` ci ho pensato su
prima di scriverla. Se volete, e` una valvola di sicurezza: non penso
che si verifichi molto spesso una scollatura cosi` forte tra CE e NA
da rendere necessario che quest'ultima "prenda il potere" in questo
modo. Pero`, se c'e` una parte non trascurabile della NA che
prepara una proposta di modifica, con buona probabilita` e` una cosa
seria, che potra` essere direttamente approvata.


> E' una proposta che stravolge del tutto l'attuale impostazione dello
> statuto, e che conferma purtroppo quello che e' accaduto ultimamente;
> ossia un CE poco trasparente e del tutto avulso dalle reali
> problematiche della NA, tanto che bisogna prevedere plebesciti contro il
> CE.

Una norma di garanzia, appunto. Che sara` sicuramente inutile nel
prossimo anno, visto che nel CE io non ci saro`. E pero` potrebbe
servire tra due anni, se mi ricandidero` e mi rieleggeranno.
Tanto vale portarsi avanti con il lavoro, no?

> Se per modificare
> le regole (compito per il quale esiste il CE) ci vuole una tale
> iniziativa, allora significherebbe che il CE non risponde piu' alle
> aspettative dell'assemblea e deve dimettersi.

Per sfiduciare il CE occorre una maggioranza molto piu` ampia, purtroppo.
D'altra parte, seguendo questo ragionamento, non avremmo dovuto
ricandidarci l'anno scorso, visto lo scempio logico sulle regole 3.0...


> Back to the past!!!
> Il CE era nato proprio per avere una maggiore velocita' nelle decisioni.

Cosa che continua ad avere. Mica ho scritto che TUTTE le norme
devono essere presentate dalla NA?

> Adesso diventa il consesso degli "eletti" (in tutti i sensi) che governa
> e puo' addirittura porre il veto alle iniziative di legge popolari!

Io la vedevo semplicmente come una "seconda lettura", che non fa in
genere troppo male. Se pensi che ci possano essere questi rischi,
mi puo` anche stare bene che si lasci semplicemente il veto al
Presidente. Nessun problema.


>  Ovviamente, poi, il Presidente potrebbe a termini di statuto porre il
> veto al veto del CE. Mi sembra del tutto ridicolo, prima che
> antidemocratico e macchinoso......

continuo a non vedere dove stia l'antidemocraticita`. Quanto alla
macchinosita`, c'e` semplicemente un passaggio in piu` rispetto a
quanto accade adesso.

> > Questa formulazione tra
> > l'altro e` comunque piu` forte dell'iniziativa di legge popolare, che
> > a me sembrerebbe il logico parallelo (NA=popolo, CE=parlamento)
>
> Mi sembra che il parallelo nella proposta sia piuttosto (NA=sudditi,
> CE=oligarca assoluto).

Questo e` quello che vedi tu. Hai affermato che questa modifica
darebbe MENO potere alla NA.

> Pensateci...

Concordo. Pensateci.

ciao, .mau.



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe