...Situazione...

Enzo Fogliani fog a FOG.IT
Mar 24 Ott 2000 08:11:58 CEST


Griffini Giorgio ha scritto:
>
> - Situazione
>
> Purtroppo mi viene difficile pensare, se si conviene che sono necessarie
> sensibili modifiche di assetto, che sia particolarmente efficace affidare tale
> compito ad un CE con gli attuali poteri (qualunque esso sia) ma che invece
> cio' debba essere il frutto di una decisione veramente collegiale come quelle
> che si prendevano ai tempi prima del modello corrente.

La predisposizione prima della Task force per predisporre lo statuto
(97/98), poi del CE sono stati passaggi cui si e' stati costretti a
causa dell'impossibilita' di funzionamento del modello "collegiale" (o
meglio, assembleare) precedente.

Se cio' era vero quando la NA erano poche decine di persone, come si
puo' pensare  possa funzionare oggi che superiamo il paio di centinaia?

> Sul modello corrente (CE, i suoi poteri e quant'altro) , se si parte dal
> presupposto che era stato istituito con l'ipotesi di sveltire le decisioni e sul
> principio che un gruppo ristretto di persone puo' essere piu' efficace, mi
> sento di dire che non si e' rivelato cosi' come forse lo ci si attendeva.
> In breve, nel 1999 (dopo un anno di rimestamenti in lista per ottenere uno
> straccio di 'apertura alla multi registrazione' ) siamo arrivati in sede di
> assemblea con una proposta che e' stata in vari aspetti cassata piu' o meno
> brutalmente. Ne e' seguita una formulazione ed un iter affrettato sia nei tempi
> che nei modi (sto ancora cercando quel medico che ci ordino' la 'apertura ad
> ogni costo'  visto che eravamo cagionevoli in salute) , e sopratutto e'
> mancata la sensibilita' a valutare con ragionevolezza quello che sarebbe
> stato opportuno e che si sarebbe efficacemente potuto fare viste le situazioni
> al contorno (RA, contratti, leggi, situazioni di fatto).
> C'e' voluta una sberla da Grauso e dal governo prima di pervenire ad Agosto
> 2000 ad una soluzione direi almeno sufficientemente accettabile.
> Un iter cosi non lo chiamerei ne' efficace ne' ragionevole.

Non sono d'accordo con questo bilancio negativo. Se si guardano le
regole precedenti e quelle odierne, si vede che oggettivamente molto e'
stato fatto. Se poi si guardano le cose soggettivamente, direi che e'
stato fatto moltissimo, considerando la scarsezza di mezzi del CE ed il
fatto che tutto e' stato fatto dai suoi membri su base volontaria.

In neppure due anni abbiamo dotato l'Italia di un sistema a mio avviso
efficace (anche se ovviamente migliorabile) di norme. Il che non mi
sembrano tempi lunghissimi, se pensiamo che non solo quelle che c'erano
sono state scritte da capo, ma che ad esse sono stati aggiunti
significative parti prima non previste.

Per quanto riguarda poi le MAP, esserci arrivati ad agosto significa
averle introdotte appena 10 mesi dopo quelle di ICANN; il che, viste
anche le resistenze che la cosa ha incontrato, non mi sembra un ritardo
spaventoso.

Infine, la liberalizzazione. Capisco che a te la cosa interessi
relativamente; ma di fatto mi sembra sia stata positiva, avendo creato
spazi che si concretizzano in nuove possibilita' di lavoro e di
espansione per le imprese.

Del resto, mi sembra che la posizione "un solo dominio per i soli enti
economici" non fosse (e a maggior ragione non sia) piu' sostenibile,
alla luce degli sviluppi non solo negli altri TLD, ma soprattutto del
SUCCESSO che la liberalizzazione ha incontrato. I 381.000 domini
registrati oggi rispetto ai neppure 90.000 di dicembre lo dimostrano.

> Detto questo, ormai ritengo che la NA si sia purtroppo avvitata su se stessa
> e ritengo che non riuscira' , attenendosi al suo stesso statuto,  ad assumere
> un ruolo efficace e ritornare da sola, salvo miracoli dell'ultim'ora,  nei "ranghi"
> che le dovrebbero competere.

Che facciamo allora ci suicidiamo in massa come alcune sette religiose?

Ciao.

    Enzo.


-------------------------->>>  <<<--------------------------
Avv. Enzo Fogliani, via Prisciano 42, 00136 Roma
Tel.:  +39-06-35346935; Fax:  +39-06-35453501
http://www.fog.it/enzo - E-Mail: fog a fog.it



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe