Lista di Abuse e privacy

Wincom ariosto a WINCOM.IT
Ven 27 Ott 2000 11:32:55 CEST


At 10.13 27/10/00 +0200, Enzo Fogliani wrote:
>Luca de Grazia ha scritto:
> >
> > Se posso esprimere il mio parere, si tratta di una palese violazione
> > della legge n.675/96
> > Si pu dare notizia del fatto, ma non certamente di chi lo ha commesso
> > Non vi  informativa, non si  autorizzati  a farlo, etc. etc.
> > In pratica, trattamento illecito di dati personali
>
>Mi sembra una interpretazione peculiare delle legge sulla privacy. Non
>vedo perche' non dovrei comunicare a chi mi pare (in questo caso la
>lista antispam) quello che e' stato fatto e da chi e' stato fatto.
>Sarebbe come dire che posso denunciare un reato, ma non far sapere chi
>ne e' l'autore. Ve l'immaginate i giornali con notizie di reato senza
>specificare chi sia sospettato di averlo commesso, dove sia stato
>commesso, etc.?
>
>E' ovvio che, se poi accuso uno che so innocente, rispondo poi del reato
>di calunnia. Ma se fosse valido questa peculiare interpretazione della
>privacy, la lista antispam servirebbe solo ad fare statistiche su quanti
>spam circolano in rete.
>
>Trovo poi un paradosso proteggere in questo modo proprio chi per
>definizione e' uno che viola la privacy altrui impossessandosi dei suoi
>dati e mandandogli spam per e-mail.
>
>Cordiali saluti,
>
>     Enzo Fogliani.


Veramente, io avevo segnalato una cosa diversa: nella lista di Abuse
compaiono gli indirizzi e-mail di chi denuncia gli spammer, il che espone
le loro caselle a possibili ritorsioni.
Uno spammer, per il semplice fatto che spamma, comunica i propri dati (veri
o falsi che siano) a migliaia di destinatari, quindi non credo che la
duplicazione del suo messaggio sulla lista di Abuse possa costituire una
violazione della sua privacy.
Il denunciante, invece, scrive un solo messaggio, alla lista di Abuse,
contenente la copia dello spam, e se si ritiene necessario pubblicare sul
Web anche il suo indirizzo e-mail (ma a che scopo? L'indirizzo  comunque
noto a chi lo deve sapere, ovvero gli iscritti alla lista Abuse), quanto
meno va scritto a chiare lettere nella pagina
http://www.nic.it/NA/mailspam.html che l'invio alla lista di Abuse implica
l'autorizzazione alla pubblicazione integrale nella pagina
http://www.nic.it/RA/servizi/listserv/abuse.html del messaggio stesso,
mittente compreso.

Cordiali saluti.
Gian Carlo Ariosto



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe