Fw: nomi a dominiio e marchi [was:Candidatura CE]

Massimo Grillo grillo a HORUS.IT
Sab 28 Ott 2000 19:16:27 CEST


 Giustissimo intervento!!
Problema interessante, a noi è capitato in più di un'occasione:

in fase di registrazione la ns. richiesta (di ns. clienti) è stata respinta
per il giusto principio dell'ordine cronologico, successivamente la
posizione del dominio variava in registrabile (rinuncia, fax illegibile,
dati mancanti o non corretti, ecc ecc) e veniva assegnato a terzi accodati
in seguito alla lista dei richiedenti; alle nostre richieste di chiarimenti
alla RA non sono seguite risposte, ed al di là delle ns. esposizioni
bonarie, i ns. clienti hanno "ingoiato la pillola" per quieto vivere senza
trovare un buon senso nell'ingiustizia subita.

A tutt'ora mi chiedo quali interpretazioni sono intervenute per attuare tale
procedura e quale giudizio può incredibilmente contraddire e venir meno al
principio che regola l'assegnazione dei domini (chi prima lo richiede lo
ottiene); il caso sopraesposto, sempre in base al suddetto principio,
dovrebbe prevedere la possibilità di rinvio documenti in caso di errori
(poca chiarezza del fax, dati mancanti, ecc ecc) e comunque dare la
precedenza per l'assegnazione a chi ne detiene il diritto cronologico di
richiesta ( o forse alla RA pensano che se uno ci tenga al dominio dovrebbe
guardarlo e monitorarlo h24 su i DB di registrazione? J  ) ; concludo
affermando che rendendo il più trasparenti e semplici tutte le norme che
regolamentano l'assegnazione dei domini si allontaneranno le tanto celebrate
dispute legali e il sorgere di dubbi e perplessità sull'operato di chi
gestisce l'assegnazione dei DN.

 Ecco il mio pensiero e grazie per aver esposto il quesito

Cordiali saluti

 Massimo Grillo



----- Original Message -----
From: "Wincom" <ariosto a wincom.it>
To: "Alessandro Nosenzo" <ita-pe a nosenzo.it>; "ita-pe a nic.it"
<ita-pe a NIC.IT>
Sent: Saturday, October 28, 2000 5:29 PM
Subject: Re: nomi a dominiio e marchi [was:Candidatura CE]
>
>
> At 16.41 23/10/00 +0100, Alessandro Nosenzo wrote:
> (cut)
> >A noi basta evitare il commercio dei dominii (con le MAP) e vigilare che
> >l'assegnazione avvenga secondo l'ordine cronologico delle richieste il
> >resto non e' compito nostro.
> >Saluti.
> >
> >Alessandro Nosenzo
>
> A proposito dell'ordine cronologico, oggi mi pare che le cose funzionino
> grosso modo così:
>
> 1) La ditta X chiede il dominio yxz.it, che risulta libero nel database;
> 2) Pochissimi giorni dopo, la ditta Y chiede lo stesso dominio yxz.it, che
> risulta ancora libero;
> 3) La RA assegna il dominio yxz.it alla ditta X, che l'ha chiesto per
> prima, e respinge la richiesta della ditta Y, la quale non ha motivi
validi
> per contestare l'assegnazione;
> 4) Dopo un po' di tempo, la ditta X rinuncia al dominio yxz.it che viene
> immediatamente richiesto dalla ditta Z, la quale non l'aveva mai richiesto
> prima, e così facendo la ditta Z "scavalca" la ditta Y.

>
> A mio modesto avviso, questo non è giusto: in caso di rinuncia al dominio
> yxz.it da parte della ditta X, la ditta Y dovrebbe avere il diritto di
> registrare il dominio, entro 30 giorni dalla comunicazione che la RA
> dovrebbe inviare automaticamente, come avviene in caso di contestazioni
> (art. 14.6 delle regole di naming). Qualora la ditta Z avesse motivi
validi
> per contestare l'assegnazione del dominio alla ditta Y, potrebbe sempre
> attivare una procedura di contestazione presso un ente conduttore.
>
> Che ne pensate?
> Cordiali saluti.
> Gian Carlo Ariosto
>



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe